Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Milan, l’esordio in Serie A di Gian Filippo Felicioli: pupillo di Inzaghi cresciuto con i consigli di Seedorf

| News calcio | Autore: Redazione

“Chiudiamo dignitosamente la stagione” è la speranza di Inzaghi. Che dopo la sconfitta del Milan a Napoli lancia un messaggio: “In queste ultime partite inserirò anche qualche giovane. I ragazzi del settore giovanile mi hanno dato tante soddisfazioni, se lo meritano”. L’allenatore rossonero ha anticipato il lavoro e ha iniziato già ieri a proporre un ragazzo molto interessante. Con la terza sconfitta consecutiva in vista, Pippo ha deciso di far debuttare in Serie A il classe ’97 Gian Filippo Felicioli. Faccia nota al mister, un vero e proprio pupillo fin dai tempi degli Allievi (con i quali insieme vinsero la Scopigno Cup). Difficilmente rinunciava a quel talento che sulla fascia sinistra può fare praticamente tutti i ruoli, dall’esterno d’attacco al terzino. Emozione unica esordire in un San Paolo strapieno. Anche se… anche se il ragazzo aveva già assaporato il profumo della prima squadra. Ai tempi di Seedorf, quasi per caso: "Mentre mi stavo vestendo per allenarmi con la Primavera, mister Inzaghi si è avvicinato a me e ad un mio compagno e ci ha detto che per un cambio di programma dovevamo allenarci con la prima squadra". Sì, sì, proprio tra i grandi. Quasi da non crederci. Segni del destino. Quella stessa sorte che ieri sera l'ha portato sul campo del San Paolo. La prima volta in Serie A, una storia da raccontare. Nella testa riaffiorano quei ricordi di quando si allenava con Kakà e Balotelli. Ora no, non sono più solo allenamenti. Ieri sera si faceva sul serio. Riflettori accesi su di lui. L’emozione era tanta, ma anche la voglia di far bene. Un’annata da archiviare in fretta quella del Milan. Non per Felicioli però... Francesco Guerrieri
Condividi articolo su

Calciomercato