Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Bolt ci riprova: si allena con i Central Coast Mariners

| Storie | Autore: Redazione

In principio il sogno fu il Manchester United, poi gli allenamenti con il Borussia Dortmund fino all'esperienza norvegese, con lo Strømsgodset, club con il quale ha anche esordito. Adesso Usain Bolt ci riprova ancora una volta: il campione di atletica non abbandona il sogno di diventare un calciatore professionista e riparte dall'Australia.

Proprio così, il primatista mondiale del 100 metri si allenerà con i Central Coast Mariners, squadra che milita nella A-League, il principale campionato australiano. Il giamaicano non sarà immediatamente un calciatore a tutti gli effetti, ma inizialmente si allenerà con il suo nuovo club a tempo indeterminato in attesa di un tesseramento.

Ad annunciarlo è stata la stessa società australiana attraverso questa nota ufficiale: "La Central Coast Mariners conferma che Usain Bolt affronterà un periodo di allenamento a tempo indeterminato con il club, con l'obiettivo di trasformare l'uomo più veloce del mondo in un calciatore professionista. L'accordo tra la Central Coast Mariners e Usain Bolt non garantisce un contratto da professionista, ma fornisce all'otto volte medaglia d'oro olimpica l'opportunità di raggiungere il suo desiderio di giocare a calcio a livello professionistico. Bolt, che si è allenato fino ad oggi con squadre del calibro di Borussia Dortmund (Germania), Mamelodi Sundowns FC (Sudafrica) e Strømsgodset (Norvegia) ha programmato di unirsi con i Central Coast Mariners per la prima volta alla fine di questo mese. Bolt è entusiasta di continuare il suo viaggio per diventare un calciatore professionista con i Central Coast Mariners".

Felice dell'opportunità anche Bolt, che si è detto entusiasta della nuova avventura: "Sono veramente felice ed entusiasta di venire in Australia e ringrazio tutta la società per questa possibilità. Giocare a calcio è sempre stato il mio sogno - ha detto l'atleta -, so che servirà allenarsi duramente per raggiungere il livello richiesto per giocare in A-League, ma sono pronto. Spero di poter dare un contributo importante alla squadra e non vedo l'ora di incontrare i compagni, lo staff e i tifosi. L'ho sempre detto, 'tutto è possibile, non pensare ai limiti': non vedo l'ora di affrontare questa nuova sfida".

Condividi articolo su