Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Le probabili formazioni della 29^ giornata di Serie A

| Ultime dai campi | Autore: Redazione

Tra mercato e campionato, è un'estate di calcio italiano senza un attimo di sosta. Archiviata la 28^ giornata, con le vittorie di Juventus, Lazio e Inter che hanno lasciato invariate le distanze in testa alla classifica, è già tempo di tuffarsi nella 29^ giornata. 10 partite tra martedì, mercoledì e giovedì. (QUI la programmazione tv completa).

Dopo il martedì da scudetto con Torino-Lazio e Genoa-Juventus ad aprire il programma, spazio alla gara dell'Inter contro il Brescia mercoledì, fino ad arrivare a un Eurogiovedì, con la doppia sfida Atalanta-Napoli e Roma-Udinese. Andiamo a scoprire le possibili scelte degli allenatori di Serie A per questa 29^ giornata.

Le probabili formazioni della 29^ giornata di Serie A

Inter-Brescia, mercoledì ore 19.30

Conte IMAGE.jpg

Il trittico delle squadre impegnate nella lotta Scudetto si chiude con la gara del mercoledì tra Inter e Brescia. I nerazzurri, reduci dalla rimonta nei minuti finali contro il Parma, sono rimasti aggrappati al treno che porta verso il titolo, anche se la distanza di 8 punti dalla Juventus impone agli uomini di Conte di non sbagliare più. Due risultati positivi, invece, per il Brescia nelle ultime due gare, con la rimonta subita dal Genoa che ha però il sapore della sconfitta. Conte potrebbe cambiare molto rispetto alla gara del Tardini, soprattutto sugli esterni: al posto di Candreva e Biraghi, possibile chance dal primo minuto per Moses e Young. In attacco scalpita Alexis Sanchez, entrato benissimo nell'ultima partita. Lopez dovrebbe invece confermare la formazione che ha sfiorato la vittoria contro i rossoblù allenati da Nicola.

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Bastoni; Moses, Gagliardini, Borja Valero, Barella, Young; Sanchez, Lautaro. All. Conte

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Papetti, Mateju, Semprini; Dessena, Tonali, Bjarnason; Zmrhal; Torregrossa, Donnarumma. All.Lopez

 

 

 

||||

 

 

 

Bologna-Cagliari, mercoledì ore 19.30

Mihajlovic IMAGE

Entrambe reduci da importanti vittorie, Bologna e Cagliari provano a inserirsi nella lotta per un posto nella prossima Europa League. Mihajlovic ha chiesto alla squadra più cattiveria, arrabbiandosi molto nel post partita contro la Sampdoria, nonostante il successo arrivato grazie alle reti di Barrow e Orsolini. Proprio l'attaccante gambiano, entrato in quell'occasione dalla panchina, si candida per un posto da titolare contro il Cagliari. Unico ballottaggio: Medel-Dominguez a centrocampo. 

La formazione di Zenga ha invece trovato due vittorie consecutive, spezzando quella striscia senza successi di 11 gare che stava trascinando i rossoblù sempre più in basso in classifica. La zona Europa è adesso distante soltanto 4 punti e sarebbe sciocco non provarci. Possibile conferma dal primo minuto per Carboni in difesa, mentre a centrocampo dovrebbe rientrare Pellegrini.

BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; Tomiyasu, Danilo, Bani, Dijks; Schouten, Medel; Orsolini, Soriano, Barrow; Palacio. All.Mihajlovic

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Walukievicz, Ceppitelli, Carboni; Nandez, Nainggolan, Mattiello, Rog, Pellegrini; Joao Pedro, Simeone. All.Zenga

Spal-Milan, mercoledì ore 21.45

Pioli Milan IMAGE

Il futuro incerto del club rossonero sembra aver compattato ancora di più il gruppo di Stefano Pioli: due vittorie in altrettante sfide di campionato, dopo l'eliminazione in Coppa Italia contro la Juventus, e settimo posto al momento blindato in classifica. Il Milan vuole dare continuità di risultati per centrare la qualificazione di Europa League a partire dalla gara contro la Spal. Formazione di Di Biagio che però ha estrema necessità di punti, visto che la zona salvezza si è allontanata di 8 lunghezze. Nel Milan dovrebbe essere la gara del ritorno di Zlatan Ibrahimovic: lo svedese va verso la convocazione, anche se potrebbe essere schierato a partita in corso. Nei biancoazzurri fiducia invece all'attacco pesante formato da Cerri e Petagna, che non ha sfigurato nella trasferta del San Paolo contro il Napoli.

SPAL (4-4-2): Letica; Cionek, Vicari, Bonifazi, Reca; D'Alessandro, Murgia, Missiroli, Fares; Cerri, Petagna. All.Di Biagio

MILAN (4-4-1-1) Donnarumma; Calabria, Gabbia, Romagnoli, Theo; Saelemakers, Krunic, Bennacer, Leao; Paqueta; Rebic. All.Pioli

Verona-Parma, mercoledì ore 21.45

Juric IMAGE.jpg

Allo Stadio Bentegodi si affrontano due delle più grandi sorprese di questo campionato: il Verona di Ivan Juric contro il Parma di Roberto D'Aversa. Entrambe le squadre sono state però beffate nell'ultimo turno. La formazione di Juric è stata raggiunta dal Sassuolo all'ultimo secondo, dopo essere stata in vantaggio per 3-1, mentre il Parma ha subito la rimonta dell'Inter nei minuti finali ed è uscito dal campo senza punti. Entrambe dunque vanno alla ricerca della vittoria, per continuare a coltivare quel sogno europeo che a inizio stagione sembrava impensabile. Il Verona ritrova Faraoni e Di Carmine dal primo minuto, ma perde Kumbulla, squalificato per una giornata dal Giudice Sportivo. Per il Parma dovrebbe essere confermato il tridente Kulusevski-Cornelius-Gervinho.

VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Empereur, Gunter; Amrabat, Veloso, Lazovic; Zaccagni, Pessina,Stepinski; Di Carmine. All.Juric

PARMA (4-3-3): Sepe; Darmian, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Kurtic, Scozzarella, Barillà; Kulusevski, Cornelius, Gervinho. All.D'Aversa

Lecce-Sampdoria, mercoledì ore 21.45

ranieri samp GETTY

Sfida da brividi al Via Del Mare, tra due squadre separate da un solo punto in classifica. Terz'ultimo il Lecce, quart'ultima la Sampdoria: chi perde passerà almeno qualche giorno in zona retrocessione. Una sfida da non sbagliare assolutamente e che entrambi gli allenatori stanno preparando al meglio. Ancora assenti i due bomber principali delle due squadre, Lapadula e Quagliarella. Nei giallorossi dunque spazio ancora per Babacar, che verrà affiancato da Mancosu, in un 4-3-2-1 più compatto per cercare di limitare i troppi gol subiti nelle ultime partite. Per gli uomini di Ranieri, invece, ballottaggio tra Gabbiadini e Bonazzoli davanti per affiancare Gaston Ramirez. Con l'assenza di Tonelli, si torna al 4-4-2 con Yoshida e Colley al centro della difesa. A centrocampo dubbio Vieira/Depaoli, vista anche l'assenza di Linetty (out dai convocati per un trauma contusivo rimediato contro il Bologna).

LECCE (4-3-2-1): Gabriel; Donati, Meccariello, Paz, Rossettini; Petriccione, Tachtsidis, Calderoni, Saponara,Mancosu; Babacar. All.Liverani

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Murru; Thorsby, Viera, Ekdal, Jankto; Ramirez, Gabbiadini. All.Ranieri

 

 

 

||||

 

 

 

Fiorentina-Sassuolo, mercoledì ore 21.45

De Zerbi Sassuolo 1 IMAGE.JPG

La zona retrocessione non è così lontana e la Fiorentina deve riprendere a fare punti, se non vuole vivere un altro finale di stagione thrilling come quello dell'anno scorso. Una vittoria nella gara di mercoledì le permetterebbe di agguantare in classifica proprio il Sassuolo, più tranquillo e distante tre lunghezze rispetto ai viola. Quando la formazione di De Zerbi scende in campo, lo spettacolo è però assicurato: basti pensare ai due 3-3 contro Inter e Verona delle ultime due giornate. Padroni di casa che perdono Vlahovic, squalificato due turni dopo la gomitata a Patric nella partita contro la Lazio, ma ritrovano Federico Chiesa, che affiancherà Ribery al centro dell'attacco. Nel Sassuolo, Boga ha fatto sfracelli contro il Verona e dovrebbe riprendersi il posto dal primo minuto, mentre in difesa Rogerio è favorito su Kyriakopoulos per il ruolo di terzino sinistro.

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Ceccherini; Lirola, Ghezzal, Badelj, Castrovilli, Dalbert; Chiesa, Ribery. All.Iachini

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrarii, Rogerio; Magnanelli, Locatelli; Djuricic, Defrel, Boga; Caputo. All.De Zerbi

Atalanta-Napoli, giovedì ore 19.30

gasperini image.JPG

Giovedì dal sapore europeo, a partire dalla sfida tra Atalanta e Napoli, due delle squadre più in forma della Serie A. Gli uomini di Gasperini hanno mantenuto una media di più di 3 gol a partita dal rientro in campo, raggiungendo quota 80 gol in 27 partite. Di contro, la formazione di Gattuso ha alzato al cielo di Roma la Coppa Italia, prima di battere Verona e Spal in campionato e rafforzare il sesto posto in classifica. L'allenatore azzurro lo ha dichiarato dopo la conquista del trofeo: "Proviamo ad andare in Champions League" e la rimonta passa inevitabilmente da questa sfida. In caso di sconfitta i nerazzurri volerebbero infatti a +15, un distacco decisamente troppo ampio da colmare nelle restanti 9 partite. Gasperini dovrebbe ritrovare dal primo minuto Ilicic, impiegato con il contagocce nelle ultime partite a causa di alcuni fastidi muscolari. In attacco spazio ancora a Zapata, con Muriel pronto a spaccare la partita entrando dalla panchina come successo a Udine. Gattuso può disporre di quasi tutta la propria rosa, ma il ballottaggio principale rimane sempre lo stesso: Mertens o Milik? Al momento il belga sembra leggermente favorito per il ruolo da titolare.

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Caldara, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Freuler, Gosens; Ilicic, Gomez; Zapata. All.Gasperini

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. All.Gattuso

Roma-Udinese, giovedì ore 21.45

Fonseca IMAGE.jpg

Ripartenza: è questa la parola d'ordine in casa giallorossa, dopo lo stop subito contro il Milan che ha fatto infuriare Fonseca. Contro trova però un'Udinese altrettanto affamata di punti, visto che la zona retrocessione è distante soltanto tre punti. Nella gara che concluderà la 29^ giornata di Serie A, Fonseca dovrà fare i conti con le assenze di due elementi fondamentali come Veretout e Pellegrini. A centrocampo il favorito per affiancare Cristante è Diawara, mentre a sostegno di Dzeko potrebbe esserci una chance per Pastore. La squadra di Gotti, reduce dalla buona prestazione contro l'Atalanta nonostante la sconfitta, si affida ai gol di Kevin Lasagna, che dovrebbe essere affiancato in attacco da Okaka. Importantissimo per i bianconeri sarà il recupero di De Paul, che tornerà a prendere il suo posto a centrocampo, con Jajalo che agirà in funzione di regista.

ROMA (4-2-3-1): Mirante; Zappacosta, Mancini, Smalling, Spinazzola; Cristante, Diawara; Kluivert, Pastore, Mkhitaryan; Dzeko. All.Fonseca

UDINESE (3-5-2): Musso; Samir, Troost-Ekong, Nuytinck; Stryger-Larsen, Fofana, Jajalo, De Paul, Zeegelaar; Lasagna, Okaka. All.Gotti

Condividi articolo su

Tag

Serie A

Potrebbe interessarti

Calciomercato

Serie A