Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Montella: "Certe cose non le capisco. Non si possono perdere partite così"

| News calcio | Autore: Redazione

Le parole dell'allenatore della Fiorentina al termine della sconfitta contro il Napoli

Inizia con una sconfitta casalinga il campionato della Fiorentina: 4-3 il risultato finale contro il Napoli all'Artemio Franchi, non senza polemiche. Così ha parlato l'allenatore della Fiorentina Vincenzo Montella ai microfoni di Sky Sport: "Certe cose non si riescono a capire, non si capisce perché ci si voglia complicare la vita. A fine primo tempo abbiamo visto la simulazione ma perché 5 persone non vanno a rivedere? E non voglio più sentire parlare di Chiesa simulatore! Non si possono perdere partite del genere. Mi tengo la prestazione e l'entusiasmo del pubblico, il coraggio dei giovani in campo e dispiace per la sconfitta immeritatissima. Un punto non avrebbe cambiato nulla ma c'è tanta rabbia. Non è l'errore ma è il ragionamento che fanno gli altri che fa arrabbiare. Spiegazioni a Massa? Lui l'ha visto nettamente il fallo su Mertens. Ma la Var? Faccio fatica a capire. Non ho mancato di rispetto all'arbitro, ho preso l'ammonizione per una reazione di impeto ma non c'è stata mancanza di rispetto verso la terna arbitrale".

Sulla partita: "Per affrontare il Napoli bisogna giocare con coraggio. L'abbiamo preparata molto bene e sono soddisfatto di come i ragazzi l'hanno interpretata. Mi tengo la prestazione, l'intensità e la voglia, poi è normale che ci sono tanti aspetti da migliorare. Dovremmo essere bravi a giocare con questo coraggio e questa intraprendenza tutto il campionato. Sono molto contento per i giovani, hanno fatto una grande partita. Mi riconosco molto in questa squadra. Questa è la mia Fiorentina". Infine su Ribery: "E' un campione e sarà un esempio per tutti. Spero di poterlo avere al meglio il prima possibile"

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

BOX VIDEO

Calciomercato

Serie A