Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Keirrison: l'ex Fiorentina scartato in Brasile per la sua forma fisica

| Storie | Autore: Simone Gamberini

C'era una volta Keirrison: nel 2009 era uno dei talenti brasiliani più interessanti. Grande avvio di carriera da giovanissimo al Coritiba, poi il passaggio al Palmeiras e quei gol che convinsero il Barcellona a puntare su di lui: 14 milioni, tanti per un calciatore che si era affacciato al grande calcio da pochissimo tempo. Eppure riuscì ad arrivare in Europa a soli 21 anni, con la speranza di diventare una stella del Barça. Qualche difficoltà iniziale per emergere, quindi meglio provare ad andare a giocare in un altro campionato: Benfica prima, Fiorentina poi.

keirrison CSA.jpg

In viola arrivò nel mercato di gennaio del 2010 con Prandelli in panchina. Serviva un ricambio per l'infortunato Adrian Mutu, recentemente operato a un menisco, e per questo venne preso Keirrison in prestito biennale. Pochi mesi in Italia, quasi tutti da dimenticare: riuscì a segnare due gol, troppo pochi per non far rimpiangere l'assenza del giocatore più forte di quella squadra, ma uno rischiò di cambiare le sorti dello Scudetto di quell'anno. Dopo aver fatto gol alla Lazio all'Olimpico, segnò all'Inter nel 2-2 del Franchi che consentì alla Roma di andare in testa alla classifica, posizione in cui sarebbe rimasta fino alla famosa sconfitta contro la Sampdoria di Pazzini.

keirrison screen.jpg

Keirrison non riuscì a cambiare la storia di quel campionato e nemmeno la sua. La Fiorentina rimandò il brasiliano al Barcellona, nonostante avesse da contratto ancora un anno di prestito. Santos, Cruzeiro, persino il ritorno al Coritiba: nulla servì a raddrizzare la sua carriera, fatta sempre meno di gol e di più di fallimenti.

Oggi la sua storia racconta di un ennesimo momento da dimenticare. Aveva firmato pochi giorni fa con il Centro Sportivo Alagoano, squadra neopromossa del Brasileirao che ha deciso appena una settimana dopo l'annuncio ufficiale, di lasciarlo andare via per il pessimo stato di forma in cui si è presentato. Non il massimo per un calciatore che ancora deve compiere 31 anni, ma forse l'epilogo più scontato per l'acquisto del Barcellona che non riuscì a cambiare la storia della Serie A.

[tweet id="1142530748882325510"][/tweet]

 

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

BOX VIDEO

Calciomercato

Serie A