Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Juve, difesa imbattibile: 22 "clean sheet" in 36 gare. È la rivoluzione di Allegri

| News calcio | Autore: Redazione

Un'altra partita senza subire reti: 22 clean sheet in tutto il 2018, record europeo e miglior difesa della Serie A. Allegri parte dalla difesa

Da Buffon a Szczesny, da Barzagli a Bonucci. Non cambia niente, di fronte alla Juventus non si passa. Niente gol e il consolidamento di un record pazzesco: la squadra di Allegri ha chiuso 22 delle 36 gare disputate in clean sheet, senza subire una rete. Proprio la scorsa settimana, con l’ennesima vittoria per 1-0 (nel derby), i bianconeri avevano superato l’Atletico Madrid. Contro la Roma sono andati anche oltre.

Di nuovo 1-0 con una sola vera parata da parte di Szczesny verso la fine della gara: pochissima sofferenza e tanta concretezza. Non si ha la migliore difesa dell’attuale campionato per caso, insomma. Solo 8 le reti subite finora in Serie A, un dato che si deve sommare alle 11 infilate nella porta difesa da Buffon da gennaio a giugno 2018. Un anno magico per tutta la retroguardia bianconera, soprattutto se si pensa che da settembre a dicembre 2017 la squadra aveva incassato 15 gol: quasi il doppio rispetto a oggi.

JUVE, DIFESA DA RECORD: I NUMERI

Undici reti in Serie A, undici anche in Champions nell’arco di tutto il 2018. La rivoluzione di Allegri parte dalla difesa, lo conferma lui stesso: “Vinci le grandi sfide difendendo meglio. A Cardiff abbiamo perso la finale con il Real perché abbiamo chiuso male, mentre loro calciavano via la palla senza vergogna: tutto questo alla lunga può portare a casa dei risultati. La miglior difesa vincerà il campionato” ha dichiarato a Sky.





Una previsione tutt’altro che azzardata: nel 2017/2018 la Juve subì 24 reti. Miglior difesa e Scudetto. Oggi, come si diceva prima, è a 8, con Napoli e Inter “già” a 14. E non a casosi cercano rinforzi principalmente per il centrocampo. Di fronte a numeri così, il gol di Mandzukic passa quasi in secondo piano (a proposito, Mario ha segnato in tutti gli scontri potenzialmente diretti: doppietta al Napoli, gol-vittoria all’Inter e alla Roma, gol alla Lazio). Ma di fronte a statistiche del genere, risalta anche di più la prestazione di Mattia De Sciglio: da un mese e mezzo (la prima partita disputata è del 27 dicembre: Empoli-Juve 1-2), se si esclude la partita in casa dello Young Boys, non ne ha sbagliata una. E oggi ha confezionato un assist di controbalzo mancino davvero al bacio. È il miracolo di Allegri, che ha recuperato un giocatore in passato spesso criticato.

Difesa, attacco e concretezza. Di De Sciglio e non solo. Il sipario che la Juve si appresta a calare su questo 2018 è un lenzuolo bianco. Il clean sheet tra i migliori d’Europa.

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

Calciomercato

Serie A