Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Boca-River: la banda, l’asado e la magia del Superclasico. L’attesa fuori dalla Bombonera

| News calcio | Autore: Riccardo Setth

Si anima e alza il volume della Boca. Fuori i turisti che contaminano le vie del quartiere. I tamburi cominciano a risuonare, le parrillas, i tipici barbecue argentini, a fumare nelle vie che si attorcigliano a ridosso della Bombonera. Si respira un vento di rivincita e impresa. Perché qui i tifosi del River Plate non ci saranno, solo quelli xeneizes potranno spingere dal vivo la propria squadra. Cinquantamila spettatori ammucchiati nelle tribune e molti altri di più attaccati alle televisioni per il Superclasico che blocca Buenos Aires. La Doce riscalda la voce che servirà a cacciare indietro gli attacchi del River o spingere in avanti la formazione di Alfaro.

[videosky id="546910"][/videosky]

Il River sa come si fa. Lo ha già fatto lo scorso anno. Anche se per Gallardo non sarà questa la partita della vita, perché a Madrid ha alzato la coppa in faccia agli avversari, questa sarà solamente un altro capitolo che riempirà le storie raccontate per i viali di Núñez e i vicoli della Boca. Quelli che si stanno riempiendo ora, come un pellegrinaggio verso il tempio sportivo. Dall'altra parte della città, fiduciosi del 2 a 0 dell'andata è pronta la festa. È Boca Juniors-River Plate, la semifinale di ritorno della Copa Libertadores. La possibilità di rivincita per gli xeneizes, la voglia di confermarsi campioni del River Plate.

Dentro Boca Junior-River Plate, luoghi e momenti di una rivalità storica

boca river GDM 2.jpeg

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

Serie A

Book GDM

Copyright 2014, 2020
Tutti i diritti sono riservati

Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano, Decreto nr.140 del 16/04/2014
Direttore Responsabile Gianluca Di Marzio, Editore G.D.M. Comunication S.r.l. - P.IVA 08591160968