Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Roma, chance per Calafiori: dall'infortunio all'esordio

| Storie | Autore: Redazione

"È arrivato il momento di tirare fuori veramente tutto ciò che ho dentro". Riccardo Calafiori l'ha scritto nemmeno due anni fa su Instagram, sotto la foto che mai avrebbe voluto postare. A terra, con le mani sul volto e con un ginocchio distrutto: rottura di tutti i legamenti, tutti i menischi e della capsula articolare. 

Un infortunio brutto quanto lo spavento e il pensiero che a 16 anni la sua carriera potesse essere compromessa se non addirittura finita. Ventuno mesi dopo, per l'ultimo atto di un campionato che si chiude ad agosto, Calafiori si è ritrovato a cogliere la "bella chance" che Paulo Fonseca ha deciso di dargli: esordio da titolare contro la Juventus. 

calafiori roma GDM

Il 170esimo romano della storia del club è pronto a scendere in campo con la maglia giallorossa. Storia di una tradizione che continua con il 18enne Calafiori che un anno fa ha salutato con le lacrime agli occhi Daniele De Rossi nel giorno del suo addio. "Purtroppo non riuscirò a realizzare uno dei miei più grandi sogni che ho da quando sono bambino, quello di giocare insieme a te e diventare tuo compagno di squadra...". 

Calafiori .jpg

Romano e romanista, cresciuto con quell'etichetta speciale che viene messa ai giocatori con un particolare talento che crescono all’ombra del Colosseo e all’ombra di monumenti ancora più grandi. Quelli che hanno una storia che inevitabilmente è sempre iniziata con un esordio. E farlo a Torino, contro la Juve, per Calafiori non potrà che essere speciale. 

Perché in qualche modo, anche ora "è arrivato il momento di tirare fuori veramente tutto ciò che ho dentro". Sul campo però, dopo aver stretto i denti su un letto d'ospedale per l'operazione di ricostruzione di tutti quei danni eseguita dal Dr. Freddie H. Fu negli Stati Uniti, a Pittsburgh. Esattamente una settimana dopo quel 2 ottobre 2018. 

Roma-Viktoria Plzeň di Youth League, Vaclav Svoboda è stato l'autore del brutto intervento su Calafiori che in quella stagione ha giocato sotto età con la Primavera giallorossa fino a quella partita. Poco prima aveva vinto Scudetto e Supercoppa Under 17 ed era già uno dei giovani più apprezzati. Difficile restare impassibili dopo quell'infortunio. 

La sera stessa infatti la sua maglia è comparsa davanti alle telecamere dell'Olimpico, mostrata da Edin Dzeko dopo un gol dedicato proprio al giovane terzino. Un pensiero, un gesto di vicinanza come ne sono arrivati tanti altri anche via social. 

dzeko_calafiori.jpg

Due anni dopo, è tutto alle spalle. Una "sfida difficilissima", come lui stesso l'aveva definita, superata. E l'esordio in prima squadra è diventato il nuovo traguardo a un passo.

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

Calciomercato

Serie A

Book GDM

Copyright 2014, 2020
Tutti i diritti sono riservati

Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano, Decreto nr.140 del 16/04/2014
Direttore Responsabile Gianluca Di Marzio, Editore G.D.M. Comunication S.r.l. - P.IVA 08591160968