Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Lazio, Inzaghi: "Mercato? Stiamo lavorando per un esterno, Badelj non ha chiesto la cessione"

| News calcio | Autore: Redazione

Il 2019 della Lazio inizia con una vittoria, due conferme e novità importanti. Novara superato per 4-1 e quarti di finale di Coppa Italia conquistati. Inzaghi può sorridere due volte perché ha trovato nuovamente delle risposte importanti da Luis Alberto e Milinkovic-Savic, ancora alla ricerca del completo riscatto dopo l’avvio zoppicante. Ha fatto il suo esordio in maglia biancoceleste dopo due anni anche Pedro Neto. Tanti temi che Inzaghi ha toccato ai microfoni della Rai dopo la vittoria con il Novara: “Avevo chiesto ai ragazzi una grande prova di concentrazione perché queste sono partite apparentemente facile. Ma i ragazzi sono entrati con lo spirito giusto e abbiamo vinto meritatamente. Questa vittoria ci dà fiducia perché siamo in un buon momento e sono felice della prestazione dei ragazzi.

Nel secondo tempo l’unica pecca è stata quella di non concretizzare. Mi sarebbe piaciuto non prendere gol ma va bene così. Sono contento: ho avuto risposte positive sua dai titolari che dai giocatori che sono subentrati. Badelj ha chiesto di andare via? Nessuno mi ha chiesto di essere ceduto, ma è normale che vorrebbero giocare tutti. Mi dispiace mandarne addirittura qualcuno n tribuna, chi è in più vedremo se sarà possibile

Se voglio qualcuno dal mercato? Con la società siamo sempre in contatto, stanno lavorando per me, soprattutto per un esterno, poi dipende da chi uscirà. Se faremo qualcosa lo faremo per migliorarci. Lulic a destra? Ho la fortuna di avere Senad che sta facendo grandi cose, lui è abituato a giocare a sinistra me spostarlo è un’opzione che posso valutare, non dimenticando che abbiamo Patric, che ha sempre fatto il proprio dovere. A sinistra abbiamo Lukaku e Durmisi che sono stati un po’ penalizzati nella prima parte di stagione.

Il rigore del Novara? Da quest’anno stanno dando sempre questo tipo di rigori: ogni volta che il pallone tocca il braccio di un giocatore si fischia. Ma le cose andrebbero cambiato. I difensori non posso affrontare gli attaccanti con le braccia dietro il corpo. Pedro Neto? E’ un ragazzo giovane che cresce bene, è penalizzato perché davanti ha tanti giocatori forti”.

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

BOX VIDEO

Calciomercato