Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Cagliari, Nandez: "Sono felice, ora tocca a me"

| Calciomercato | Autore: Francesco Caruso

Cagliari, è il Nandez Day. Dopo l'accoglienza da star all'aeroporto di Elmas, l'uruguaiano si presenta ai tifosi e ai giornalisti presenti nella sala stampa della Sardegna Arena. Tanta l'attenzione attorno all'acquisto più costoso della storia rossoblù che non si tira indietro.

La tradizione uruguiana del Cagliari ha facilitato la sua scelta: "Sì, il club ha una grande tradizione di giocatori uruguiani e la forza del Cagliari con loro era nota. Adesso spetta anche a me aiutare la squadra a migliorare: sono molto felice di essere qui. Perchè non sono arrivato lo scorso inverno? E' stata una trattativa lunga ma nella mia testa c'era di arrivare qui a Cagliari, ho avuto un'ottima impressione della città e dell'ambiente".

Nandez Cagliari 2 GDM.jpeg

Obiettivo: "Avevo altre offerte  ma con la mia famiglia ho scelto di venire qui. Cagliari oggi presenta un progetto molto bello. Ha grande giocatori, è una squadra. Il primo obiettivo è la permanenza in serie A, ma perchè non sognare e pensare qualcosa di più grande". Su De Rossi: "Ho avuto la possibilità di salture De Rossi e dargli il ben venuto al Boca. Daniele mi ha detto che la serie A è un grande campionato e che il Cagliari era un'ottima scelta. Il calcio italiano si è da sempre contraddistinto per i grandi giocatori e spero di adattarmi il prima possibile. Quando ho avuto conferma che sarei arrivato qua ho pensato subito che non ci sarebbero stati problemi".

Nandez Cagliari 3 GDM.jpeg

Numero di maglia: "Ho scelto il numero 18 perché a 4 anni è stato il mio primo numero ed è quello che ho scelto anche in Nazionale. Vengo da un torneo importante come la Copa America e quindi mi sente pronto. Il mio obiettivo principale è di integrarmi presto e di farmi trovare disponibile per la Coppa Italia. Ruolo? Posso ricoprire varie posizioni a centrocampo. Sono un giocatore di "garra", di temperamento e lotto fino all'ultimo minuto. Tabarez? Ho avuto la possibilità di parlare con il maestro e mi ha suggerito di venire anche lui".

Mondo Boca: "Bombenera? Il Boca è una grande squadra, con tifosi molto calorosi, sono stati benissimo e li porterò sempre del cuore. Ma qui a Cagliari mi hanno mostrato affetto fin dall'inizio nonostante fosse la prima volta che mi vedevano: mi hanno fatto sentire subito a casa".

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

BOX VIDEO

Calciomercato

Serie A