Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Xavi ha svelato il segreto del 6-2 del Barcellona al Bernabeu con Guardiola

| News calcio | Autore: Redazione

"L'allenatore che faceva desiderare a noi giocatori che le partite durassero 10 o 15 minuti in più". Il riferimento è a chi ha appena vinto, stradominandola, la Premier League con il Manchester City: Pep Guardiola. Ed è di chi in campo ne è stato una delle creature più emblematiche: Xavi Hernandez. L'ex centrocampista del Barcellona ha parlato dell'allenatore catalano sulle colonne del Daily Mail, in occasione del suo successo, dopo quelli in Spagna e Germania, arrivato anche in Inghilterra. Xavi, che per anni con Iniesta e Busquets ha formato il centrocampo delle meraviglie in blaugrana, ha svelato anche un piccolo segreto relativo ad una dele partite più iconiche del Barcellona di Guardiola: il 6-2 al Bernabeu contro il Real Madrid: "Ha messo Leo Messi come falso nueve, sapeva che i centrali di difesa del Real Madrid non sarebbero usciti su di lui fino a centrocampo: questo significava che Messi, Iniesta e io avevamo un 3 contro 2 sistematico a metà campo. Lui ci diceva: il gioco è lì, il gioco è lì!"

Xavi, attualmente all'Al-Sadd, ricorda anche gli inizi di carriera di Guardiola: "Quando ha cominciato al Barcellona, su di lui c'erano dubbi. Iniziammo la prima stagione con una sconfitta e un pareggio, ma nonostante queste due partite io lo dicevo già ai miei amici e ai miei familiari: 'Se poteste vedere come ci alleniamo... Vinceremo tanti titoli'. Pep era nervoso - conclude Xavi - perché si stava giocando il suo futuro. Però le cose sono andate alla grande. Non solo perché abbiamo vinto tutto, ma per come lo abbiamo fatto".

Condividi articolo su

Calciomercato


Gdm mondiale
Giacomo Chiuchiolo