Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Il futuro di Real e Barcellona: in Copa del Rey in campo i migliori giovani

Fonte: profili Twitter Real Madrid e Barcellona

| News calcio | Autore: Simone Gamberini

Tutti i migliori giovani che hanno esordito in Copa del Rey con Real Madrid e Barcellona: dal difensore goleador Javi Sanchez al fenomeno Riqui Puig

La Copa del Rey delle opportunità: Barcellona e Real Madrid lanciano i propri giovani e guardano al futuro con sorrisi figli delle belle prestazioni offerte dai ragazzi che hanno esordito.

Tanto talento e una tradizione da onorare: il Barça ha fatto esordire nella partita di ritorno contro la Cultural Leonesa due potenziali campioni. C’è un Busquets che gioca davanti alla difesa, è un figlio d’arte e gioca a due tocchi ma non ha alcuna parentela con Sergi: vite parallele e somiglianze incredibili per due che condividono lo stesso cognome. È stato l’esordio in questa stagione ma non il suo assoluto visto che giocò, sempre in Copa del Rey, in un 5-0 rifilato al Murcia lo scorso anno. È stata la primissima volta invece per Riqui Puig, quello su cui ci sono maggiori aspettative: 19 anni, una voce ancora da bambino ma già il primo assist in appena un quarto d’ora per far capire che è lui l’erede designato di Xavi e Iniesta.

E poi tante altre apparizioni in blaugrana di altre scommesse per il futuro: Aleñá, classe 1998, ha addirittura già giocato e segnato in Liga ed è per leadership quello più portato per un futuro da titolare. Seconda presenza per il centrale ’99 Brandáriz (soprannominato "Chumi" dal padre e con una clausola da 100 milioni) e per il terzino sinistro 2000 Miranda, entrambi già visti all’andata contro la Cultural.

Ma se il Barça ha i suoi gioiellini della Masia, anche il Real ha sfruttato la Copa per piazzare le sue scommesse. Oggi esordio assoluto contro il Melilla per Fran García e Fidalgo. Il primo è una grande speranza del club: Guti lo ha sempre considerato come un possibile fenomeno, anche se in carriera ha già dovuto subire due pesanti operazioni alla spalla. Il talento però abbonda e anche lui, così come Puig, ha trovato immediatamente un assist. Con lui l'esordio di Fidalgo, uno dei fedelissimi di Solari che dal Castilla cerca la promozione in prima squadra. Fa il difensore ma non ha avuto la fortuna del suo compagno di reparto Javi Sánchez che ha segnato oggi il suo primo gol ufficiale con la maglia del Real: stessa sorte di Cristo González, in panchina questa sera ma capace di segnare nella partita d’andata alla sua prima presenza.

La tradizione della cantera spagnola e il suo destino, cominciato in un sedicesimo di finale di Copa del Rey per portare in Liga i campioni del futuro.

Condividi articolo su

Tag

Liga

Potrebbe interessarti

BOX VIDEO

Calciomercato

Serie A