Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Il Bayern fa gli auguri alla... Samb: storia di un gemellaggio nato nel 2005

| News calcio | Autore: Ernesto Branca

"L'amicizia va ogni oltre categoria! Auguri magica Samb" firmato Schickeria! Striscione che si allunga, brividi che salgono, emozione che cresce. Non ci sarebbe nulla di sorprendente in questo semplice messaggio di felicitazioni se non fosse che, proprio quella dedica, proviene dalla Germania, esposta nientemeno che dai supporters del Bayern Monaco. La curiosità sale, i dubbi ci assalgono, stropicciamo gli occhi per essere sicuri di ciò a cui stiamo assistendo e, nel momento in cui anche l'ultimo pizzicotto ci ricorda che è tutto vero, decidiamo di indagare.

Corre il 26 marzo del 2005 e, durante un Sambenedettese-Napoli, giunge a San Benedetto del Tronto un nutrito gruppo di tifosi del Bayern Monaco, appassionati dal tifo e dal calore delle curve italiane, anche di serie inferiori alla A. Stupore e incredulità fanno subito capolino ma, grazie alla destrezza con il tedesco di un ultras sambenedettese, la sintonia cresce e in poco tempo si trasforma in gemellaggio. E a quale gruppo appartengono quei tifosi del Bayern? Risposta esatta, proprio allo 'Schickeria', lo stesso che oggi, durante la sfida dei bavaresi contro l'Hertha Berlino, ha omaggiato con enfasi la risalita tra i professionisti della Samb.

Un'amicizia fiera e duratura che si alimenta con piccoli e significativi gesti, come ad esempio la partecipazione dei tifosi tedeschi all'annuale torneo organizzato in ricordo di Luigi Coccia, in arte 'Tamburello', storico tifoso della Samb. Un legame sincero, duraturo e inossidabile, destinato a congiungere per molto tempo due tifoserie che hanno fatto della fedeltà e dell'amicizia i propri valori principali. Allora la festa può cominciare, unica, coinvolgente ed appagante: la Samb è in Lega Pro, il Bayern sta per riconfermarsi campione di Germania, non importa la categoria, l'amicizia va oltre, lo Schickeria già lo sapeva! Chapeau.

Condividi articolo su

Calciomercato