Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Crespo: "Belotti? Lo stimo moltissimo e volevo dirglielo di persona: mi fa venire la pelle d'oca"

| Press | Autore: Redazione

"Belotti? Mi fa venire la pelle d'oca": Hernan Crespo esalta il "Gallo". Appuntamento speciale a Coverciano, dove il Valdanito ha fatto visita all'attaccante del Torino per fargli i complimenti di persona e dargli alcuni consigli.

"Lo stimo moltissimo e volevo dirglielo di persona" - spiega Crespo attraverso le pagine di Tuttosport - "Sapendo che era ancora a Coverciano con la sua Nazionale ne ho approfittato. Nel calcio di adesso ci sono pochissimi giocatori che riescono a far venire la pelle d'oca quando li guardi giocare. Belotti è uno di questi. E' un giocatore non solo molto forte e molto bravo, ma sa trasmettere davvero tanto alla propria squadra, ai suoi compagni, ai tifosi, a tutti gli appassionati di pallone. Fa venire i brividi perché ha fame e la trasmette, perché ha voglia, grinta, il senso del gol, perché sa giocare tanto e bene per la propria squadra. Perché sa di essere forte ma sa pure di avere ancora tanti margini di crescita e di miglioramento".

Il Gallo come il giovane Hernan? "Lasciamo stare i paragoni che servono fino ad un certo punto. Belotti è un giocatore che ti accende, che ti 'gasa'. E con questo mi sembra di essere stato chiaro. Aggiungo che sono tutte cose che ho appena detto anche a lui di persona". Belotti, Dzeko, Icardi, Mertens e Higuain: chi vincerà la classifica dei cannonieri? "Se continua così al Gallo nulla è precluso. Andrea ha tutto per diventare il capocannoniere. E anche fare parte in modo stabile della Nazionale gli sta dando grande carica e grande fiducia. Merita di essere la guida dell'Italia ai mondiali e Andrea essendo ancora giovane può ancora migliorare tanto. Di sicuro non deve mai perdere la fame e la voglia di crescere e mettersi sempre al servizio della squadra".

Consigli per il futuro: "Io posso solo limitarmi a dire che ovunque Andrea andrà non potrà che fare bene. Per le sue capacità, la sua voglia di crescere e migliorare sempre di più Andrea può giocarsela alla pari con i vari Dzeko, Icardi, Higuain, tanto per far capire il mio pensiero. Ho fatto il nome di alcuni degli attaccanti attualmente più forti e lui può stare benissimo in loro compagnia. Anzi dirò di più: se giocasse nella stessa squadra di uno di loro lotterebbe alla pari per un posto da titolare". Parentesi su Icardi: "Per me chi è campione deve sempre stare in Nazionale. E' così per Belotti come può essere per il capitano dell'Inter. Nel caso di Icardi, se il ct dell'Argentina gli fa fare 30 ore di volo per poi tenerlo in panchina forse è meglio rinviare la convocazione".

Crespo stima anche un altro talento italiani: "Federico Chiesa. Mi faceva soffrire già ai tempi in cui io allenavo la Primavera del Parma. Battute a parte, dati i trascorsi con suo padre sono felice della sua esplosione anche perché per i figli d’arte non è mai semplice. Lui sta convivendo benissimo con questa condizione. Magari come tutti i giovani potrebbe avere prima o poi un calo: sarà allora che avrà bisogno di fiducia e di sostegno".

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

BOX VIDEO

Calciomercato

Serie A