Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

70 anni senza Ezio Scida: il Crotone prepara la festa per onorare il suo storico capitano

| News calcio | Autore: Redazione

Erano le 19,30 circa del 18 gennaio 1946 quando un camion telenotano (di quelli militari per intenderci) che viaggiava da Crotone in direzione Castrovillari fu coinvolto in un tragico incidente stradale. Su quel camion, infatti, c’era la squadra del Crotone ed in particolare c’erano i due fratelli Ezio e Ugo Scida. Il fratello maggiore - Ezio - non riuscì a sopravvivere all’incidente a a Ugo toccò l’ingrato compito di riconoscerne il cadavere. A distanza di 70 anni l’amore tra Crotone, la squadra ed Ezio Scida è rimasto praticamente invariato. Oggi, più o meno alla stessa ora di quel tragico incidente, il Crotone scende in campo per una partita che mai come questa volta può diventare storica. Secondo in classifica riceve il Cagliari capilista ad un solo punto di distacco. La scorsa settimana è stata l’occasione ideale per celebrare la ricorrenza della morte di Ezio Scida - al quale fu intitolato lo stadio dopo appena pochi mesi dalla sua morte - e attorno al collo del busto che lo raffigura nella cappella di famiglia, è stata legata una sciarpa con i colori del Crotone. Sulla lapide, poi, è stata realizzato un bassorilievo raffigurante il campo da gioco che da quell’anno è intitolato a quello che all’epoca era il capitano della squadra. Da quest’anno, poi, il Crotone ha deciso di ritirare la maglia numero 4 che all’epoca era indossata da Ezio Scida: l’ennesimo gesto di riconoscenza nei confronti di un calciatore che anche a distanza di 70 anni dalla sua scomparsa continua ad essere una vera e propria icona per la città e per tutta la tifoseria crotonese.
Condividi articolo su

Calciomercato