Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Tutto su Marko Pjaca, il talento della Dinamo che interessa al Milan

| News calcio | Autore: Guglielmo Cannavale

Se il PSG non libera Ibrahimovic, chi può prendere il Milan al suo posto? Trovare un altro Zlatan è impossibile, meglio allora provare su un profilo diverso. O un giovanissimo talento, altrimenti un giocatore che ha già fatto molto bene in Serie A. Al momento, quindi, per il ruolo di seconda punta al Milan piacciono sia Marko Pjaca che Salah. Per il croato, la Dinamo Zagabria chiede una cifra alta, tra i 10 e i 12 milioni. Perché Pjaca è uno dei migliori talenti del calcio croato, è giovane (20 anni appena compiuti) ma ha già un ruolo importante nella Dinamo. È nato il 6 maggio 1995 proprio a Zagabria, è cresciuto nella Lokomotiva prima di passare alla Dinamo nel 2014, le due società sono in collaborazione. Al suo primo anno alla Dinamo, si è messo in mostra anche in Europa League, l’11 dicembre con la tripletta al Celtic. Ha segnato 11 gol in 32 partite di campionato, più i tre in Europa. Questo è un segnale della sua crescita: alla Lokomotiva Zagabria 9 gol in 51 partite, con anche 9 assist. Quest’anno 14 totali. L’esordio in campionato nel 2011-12, subito con un assist contro lo Zadar. L’anno successivo inizia a giocare di più, 17 partite con 2 gol e un assist. L’anno scorso l’esplosione, prima del passaggio alla Dinamo: 7 gol e 6 assist, con anche il primo assaggio di Europa con la qualificazione all’Europa League. Dei 7 gol, due contro le potenze Hajduk e Dinamo. E un ruolo sempre più importante nell’Under 21. In nazionale, ha giocato in tutte le squadre giovanili croate fino all’esordio in nazionale maggiore, il 4 settembre 2014. Da sottolineare soprattutto la sua partecipazione da titolare al Mondiale Under 20 nel 2013, dove ha fatto benissimo. È alto 1,83 m, ma può ancora crescere dal punto di vista fisico, soprattutto per giocare in Italia. La sua caratteristica principale è saper unire una buona qualità a tanta corsa. Ha anche il grande vantaggio di saper giocare in più ruoli: dietro la punta in un 4-2-3-1 può giocare in tutte le posizioni, ha giocato trequartista e ala destra ma recentemente è partito da sinistra. È destro e partendo da sinistra si può accentrare per cercare il tiro. In futuro potrebbe fare anche la mezzala offensiva, ma ha anche i numeri per fare la seconda punta. E’ molto bravo negli inserimenti, ha buon piede e vede la porta. I numeri lo dimostrano. E’ anche preciso nei passaggi, ha un buon dribbling e tanta intensità. Non è un trequartista leggero e agile, non è velocissimo come Salah ma sa difendere il pallone e ha visione di gioco. Dovrà adattarsi al calcio italiano, ma il Milan l'ha seguito e non ha dubbi sulle sue qualità. Se l'Inter è sempre più croata, con Brozovic dopo Kovacic (e Coric nel mirino), il Milan vuole rilanciare, sperando in un colpo alla Boban.
Condividi articolo su

Tag

Milan

Potrebbe interessarti

BOX VIDEO

Calciomercato

Serie A