Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Roma-Rüdiger, l'Italia nel destino e qualche infortunio di troppo...

| Calciomercato | Autore: Redazione

Dopo gli arrivi in attacco e in attesa che si sblocchi la situazione Digne, la Roma lavora ancora sul reparto difensivo. Il primo obiettivo è Antonio Rüdiger, giocatore classe 1993 che ora gioca nello Stoccarda (con cui ha un contratto fino al 2017). Giallorossi al lavoro per portarlo in Serie A, possibili novità già nella giornata di domani: i due club sono in contatto, si lavora alla formula giusta che potrebbe permettere al difensore centrale di arrivare in Italia. Ma chi è Rüdiger? 22 anni, seguito in passato anche da Inter e Napoli, oltre che da numerosi club esteri, il giocatore ha padre tedesco e madre originaria della Sierra Leone. Ha iniziato la sua carriera nelle giovanili del Borussia Dortmund, prima di passare allo Stoccarda dopo tre anni, nel 2011, per avere maggiore spazio. Il debutto in prima squadra l'anno successivo e la convocazione nella Nazionale di Löw per la partita amichevole della Germania contro la Polonia, che precedeva il Mondiale in Brasile. Titolare a 20 anni in Bunesliga, nell'ultima stagione ha giocato 21 partite ed è stato fermato da qualche problema fisico di troppo: un primo infortunio al ginocchio nella partita contro lo Schalke 04 a dicembre e rientro in campo a marzo. Poi altri infortuni minori, che gli hanno fatto perdere quattro partite di campionato tra marzo e aprile e un nuovo fastidio muscolare a fine campionato. Al momento Rüdiger è ancora lontano dai campi dopo un intervento ancora al ginocchio dello scorso 15 luglio; il rientro all'attività agonistica è previsto dopo la prima settimana di settembre. Ragazzo serio e di grande personalità, nel tempo libero ama molto leggere. Cresciuto a 'pane e fußball' ha anche un fratello calciatore, che gioca nelle serie minori. L'esplosione è arrivata durante un torneo giovanile nel 2008, quando il Antonio aveva appena 15 anni. Gli occhi di mezza Europa su di lui e la corsa per tesserarlo vinta dal Dortmund, che con il suo progetto riuscì a convincere del trasferimento nella squadra giallonera anche la famiglia. Con lo Stoccarda un totale di 80 presenze con la prima squadra, due reti e un assist, 10 cartellini gialli e due rossi. L'attuale ct della Nazionale tedesca, che l'ha convocato per alcune gare delle qualificazioni al prossimo Europeo in Francia, lo ha paragonato a Jerome Boateng anche per le sue qualità caratteriali, mentre il suo modello è da sempre Thiago Silva. Alto, atletico e veloce, Rüdiger sa giocare la palla mentre può migliorare negli anticipi e nelle giocate negli spazi stretti. Per vederlo in campo servirà ancora un po' di tempo, il recupero dal suo infortunio prosegue. Al ritorno, il tedesco, potrebbe però giocare in Italia. La maglia della Roma lo attende, Sabatini si muove e prepara l'affondo.
Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

Calciomercato


Book GDM

Copyright 2014, 2021
Tutti i diritti sono riservati

Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano, Decreto nr.140 del 16/04/2014
Direttore Responsabile Gianluca Di Marzio, Editore G.D.M. Comunication S.r.l. - P.IVA 08591160968