Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Prime pagine: "Oro Dzeko", "Max quota 101"

| Press | Autore: Redazione

La Champions League regala all'Italia due squadre ai quarti di finale: non accadeva da 11 anni, stagione 2006/07. Mercoledì scorso la Juve a Wembley, stasera la Roma contro lo Shakhtar: missione compiuta, grazie al gol di Dzeko. Una serata che ha riservato una clamorosa sorpresa: l'eliminazione del Manchester United ad opera del Siviglia di Montella: Old Trafford e Mourinho gelati da una doppietta di Ben Yedder. E' anche tempo (nuovamente) di Serie A, con Juventus e Atalanta che recuperano il match che venne rinviato per neve a febbraio. Ecco le prime pagine dei quotidiani sportivi (e non) italiani.

La Gazzetta dello Sport titola "Dzegoool! La Roma tra le grandi" mentre sotto la foto centrale viene dato spazio anche al Siviglia di un "Montella da urlo". In taglio alto le parole di Massimiliano Allegri alla vigilia dell'Atalanta: "Non dobbiamo mollare l'osso. Di spalla, sulla destra, si parla di Milan - che prepara la gara di ritorno contro l'Arsenal - e di Inter, con un'intervista a Maicon che dice: "Spalletti garanzia, che forte Skriniar".

Il Corriere dello Sport titola "Oro Dzeko": è un gol del bosniaco infatti che proietta i giallorossi tra le prime otto d'Europa. "Favoloso guizzo del bosniaco, Roma in estasi". In taglio alto "Juve, prova di fuga. Alle 18 il recupero con l'Atalanta, Allegri pensa ad un futuro in bianconero".

Tuttosport si concentra sulle parole dell'allenatore livornese e titola "Max quota 101: Allegri fissa il traguardo scudetto sopra i 100 punti". Spazio anche alla Champions: "Dzeko, vai Roma! Montella, ciao Mou".

L'Eco di Bergamo dedica un trafiletto all'Atalanta impegnata all'Allianz Stadium: "Sfida a Torino, tocca ai rincalzi", mentre sull'Unione Sarda "Bomber Pavoletti affila le armi in vista del Benevento". Sul Mattino di Napoli l'omaggio a Luigi Necco, lo storico giornalista di 90° minuto: "Ciao Luigi, cantore del calcio più umano".

Condividi articolo su

Calciomercato