Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Pescara, è già Lapagol: dai primi passi al Filadelfia alla proposta di matrimonio. Ecco la favola di Sir William Lapadula

| News calcio | Autore: Lorenzo Buconi

Nella vita nulla è mai scritto, tutto può succedere. Vero, senza dubbio. Ma qualche segnale pre-monitore c’è sempre. Puoi chiamarlo fato, puoi chiamarlo ‘caso’, la sostanza non cambia. Beh, di segnali Gianluca Lapadula ne ha avuti. Nasce a Torino, a due passi da quel ‘santuario granata’ chiamato Filadelfia. Cresce lì, anche calcisticamente. Ma nelle giovanili dell’altra Torino, quella bianconera. Più volte sembra vicino al trasferimento in granata, nulla di fatto. Per incontrarlo, deve aspettare il 16 agosto, il giorno del debutto con la maglia del Pescara. Lo chiamano Sir William in riferimento all’eroe scozzese del film ‘Braveheart’. Già, un eroe. Un appellativo divenuto famoso lo scorso anno, quando a suon di gol aveva trascinato il Teramo in Serie B. Ma per la rete più bella bisogna attendere l’ultima giornata di campionato. Durante i festeggiamenti per la promozione, Gianluca prende il microfono, si posiziona sotto la tribuna con tanto di anello e… ‘Alessia vuoi sposarmi?’. Lei commossa dice ‘sì’. Lo stadio si alza in piedi e applaude. Mai scontato ‘Sir William’, come i suoi gol. Pescara se ne è già innamorata. E’ arrivato in estate, a parametro zero. Pochi mesi per conquistare tutti. Giocate, corsa, spirito di sacrificio. Ieri si è concesso il lusso di segnare alla capolista Cagliari e regalare agli abruzzesi un successo davvero importante. Dai primi passi vicino al ‘Filadelfia’ all’ ‘Adriatico’ di Pescara, quante cose sono cambiate. Una no: l’amore per il calcio che, in questa storia,  è più di un semplice compagno di vita.
Condividi articolo su

Calciomercato

Serie A