Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Fiorentina, finalmente Obiang: il corteggiamento e l'affare, per il tassello mancante

| Calciomercato | Autore: Redazione

Alla (ri)scoperta di Pedro Obiang, ormai a un passo dalla Fiorentina, che insegue il centrocampista ex Sampdoria da diverso tempo

Ci sono calciatori che ti fanno innamorare da avversari e vorresti diventassero tuoi. Ci sono calciatori che insegui per lungo tempo e, tra corteggiamenti e trattative, alla fine riesci a regalartelo. Ed ecco che questa situazione è quella in cui si trova la Fiorentina, che sta definendo con il West Ham l'acquisto dell'ex centrocampista della Sampdoria Pedro Obiang per una cifra di 11 milioni di euro (10 di fisso e uno di bonus), con un contratto di 4 anni e mezzo per il giocatore, centrocampista di qualità e quantità che potrebbe dare quel quid ai viola che inseguono l'Europa.

Una plusvalenza importante per gli Hammers, visto che nell'estate 2015 fu pagato 6 milioni di euro per fargli lasciare la Genova blucerchiata e, tre anni e mezzo dopo, saluta Londra per una cifra ben superiore. Uomo plusvalenza, il guineano (con passaporto spagnolo), visto che fu acquistato dalla Sampdoria per 130 mila euro dalle giovanili dell'Atletico Madrid. Spagna, Italia, Inghilterra e ritorno, da Genova a Firenze, con lo sforzo della proprietà viola di fare un investimento importante a gennaio per dare ulteriore solidità al centrocampo di Stefano Pioli. Perché la voglia di far bene, nell'immediato e nel futuro, è tanta, al punto da spendere una cifra non indifferente per un calciatore decisamente pronto e dalla carta d'identità ancora verde, visti i 27 anni da compiere il prossimo 27 marzo.

105 presenze, 4 gol e 3 assist in tre anni e mezzo al West Ham sono un biglietto da visita degno di nota per Obiang, tassello mancante nei pensieri della dirigenza della Fiorentina, inseguito già nell'estate 2018 ma non portato al Franchi nonostante le sensazioni positive. Rimandate, comunque, al gennaio successivo, con l'operazione ormai ai dettagli. Per regalare a Pioli il centrocampista solido, di gamba, che evidentemente mancava nello scacchiere dell'allenatore viola.

Condividi articolo su

Calciomercato