Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Juventus, tutti i dettagli delle operazioni Berardi e Zaza e gli effetti in bilancio

| Calciomercato | Autore: Redazione

Poche ore fa è stata ufficialmente definita una delle compartecipazioni economicamente più importanti tra quelle in essere in casa Juventus. Domenico Berardi è stato riscattato dal Sassuolo per un importo di € 10 milioni pagabili in 4 anni, facendo così registrare una plusvalenza nelle casse bianconere di circa € 7,3 milioni a valere sull’esercizio 2014/15. Il giocatore, infatti, era iscritto nel bilancio Juve ad un costo storico di circa  € 4,190 milioni con un residuo di circa € 2,7 milioni a giugno 2015. L’operazione descritta è gemella, per modalità e tempistiche, a quella effettuata per Simone Zaza: entrambi in comproprietà tra le due società, riscattati dal Sassuolo e molto probabilmente “controriscattati” (acquistati) definitivamente dalla Juventus. Vediamo come è andata, ripercorrendo le singole operazioni. Domenico Berardi - Il 2 settembre 2013 la Juventus comunica l’acquisto a titolo definitivo dal Sassuolo del giocatore per un importo di € 9 milioni pagabili in 5 anni. Contestualmente le due società stipulano un accordo di partecipazione per  € 4,5 milioni pagabili da Sassuolo in 5 anni. Berardi viene ceduto in prestito gratuito per un anno fino al 30/06/2014,  quando le due società di accorderanno per il rinnovo della compartecipazione. L’operazione Berardi va inserita in quella che vedrà il passaggio di Luca Marrone ai neroverdi per € 9 milioni con contestuale accordo sulla compartecipazione del giocatore e che vedrà la Juventus realizzare una plusvalenza sull’esercizio 2013/14 di circa € 4,4 milioni. Quando il 3 luglio 2014 la Juventus comunica la risoluzione in proprio favore dell’accordo di partecipazione di Marrone per € 5 milioni pagabili in 3 anni, viene anche definita la cessione di Federico Peluso per l’importo di € 4,5 pagabili dal Sassuolo in tre anni che genera nelle casse bianconere una plusvalenza di circa € 1 milione nell’esercizio 2014/15. Simone Zaza - Il 09 luglio 2013 la Juventus comunica di aver acquistato a titolo definitivo dalla Sampdoria, l’intero cartellino di Simone Zaza per un importo di € 3,5 milioni pagabili in tre anni. Contestualmente, la Juventus cede lo stesso giocatore al Sassuolo per un importo di € 5 milioni pagabili in tre anni, stipulando, nel contempo, un accordo di compartecipazione per un importo di € 2,5 milioni. Un anno dopo, il 20 giugno 2014, la compartecipazione viene risolta in favore dei neroverdi per un importo pari a € 7,5 milioni che generano nel bilancio del club di Corso Galfer, una plusvalenza di circa € 5,4 milioni riservandosi un diritto al riacquisto (tacito)  per  € 15 milioni nel giugno 2015, riacquisto che molto probabilmente verrà ufficializzato nei prossimi giorni. Inoltre, l’operazione Zaza, andrebbe collegata all’operazione di compartecipazione tra Juventus e Sampdoria per Manolo Gabbiadini avvenuta per un importo di € 5,5 milioni ed ufficializzata dalla Juventus lo stesso 09 luglio 2013. A distanza di 18 mesi, la cessione di Gabbiadini al Napoli fece registrare, nelle casse bianconere, una plusvalenza di circa € 2 milioni. Da tali operazioni hanno tratto benefici entrambe le società che tra compartecipazioni, riscatti e contro riscatti, hanno potuto dilazionare nel tempo i costi delle singole operazioni, facendo registrare anche discrete plusvalenze. Senza dimenticare i benefici sportivi ottenuti dalle prestazioni dei singoli giocatori che hanno aiutato gli emiliani a raggiungere due salvezze, mettendo nelle gambe esperienza utile in ottica bianconera. Oggi, con il termine dell’istituto delle compartecipazioni, si mette fine ad un rapporto di collaborazione tra squadre medio piccole e grandi che d’ora in poi avranno a disposizione solo le cessioni a titolo temporaneo per far crescere i propri giovani prima del salto di qualità ed ottenere, dall’altro, rose complete e competitive con il minimo sforzo economico. Benedetto Minerva - @BennyJFinance
Condividi articolo su

Potrebbe interessarti

Serie A

BOX VIDEO