Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

G Factor: Ionut Radu, dalla Romania il portiere del futuro dell’Inter

| Rubriche | Autore: Ciro Troise

E’ alla sua seconda stagione all’Inter ma può già vantare un palmares invidiabile: uno scudetto e una Supercoppa con gli Allievi, la Viareggio Cup con la Primavera in attesa della final eight a cui la formazione nerazzurra è già qualificata. Parliamo di Ionut Radu, portiere classe ’97 (giovedì scorso ha compiuto diciotto anni) della Primavera dell’Inter che rappresenta un talento da seguire con grande attenzione per il futuro.

Radu è cresciuto nel vivaio della Dinamo Bucarest, società in cui giocava nell’Under 19 sotto età di due anni rispetto alla categoria quando è scoperto da Francesco Civetta che decide di portarlo in Italia. Il progetto è farlo giocare in una società importante, il primo club a credere in Radu è il Pro Piacenza. Si rivela fortemente interessato a lui il direttore sportivo Riccardo Francani. Radu s’allena nel club emiliano ma attende altre chiamate così come il suo scopritore Civetta. Si fa avanti il Parma ma non si trova l’accordo, l’Inter comincia ad accendere i suoi radar sul portiere rumeno, a monitorare le sue prestazioni.

Il destino di Ionut sembra avere, però, come tappa obbligata la Lega Pro e la sua avventura italiana inizia nella Pergolettese. Pochi mesi e l’Inter si fionda su Radu, è il preparatore dei portieri Luciano Castellini ad esserne stregato. La sua relazione è positiva e Radu dalla stagione 2013-14, inizia la sua avventura in maglia nerazzurra. Ad ottobre arriva anche la chiamata della Nazionale ma sia Radu che Popa (centrocampista e compagno di squadra nell’Inter) rifiutano la convocazione per favorire i propri impegni scolastici, una decisione che crea un piccolo caso mediatico in Romania. La Nazionale l'ha ritrovata poi qualche mese fa disputando con l'Under 18 un'amichevole contro la Danimarca.

Nel settore giovanile dell’Inter Radu fa passi da gigante, migliora sensibilmente sotto il profilo della personalità e della tecnica di base, mostrando dei progressi anche nella gestione del pallone con i piedi. Al primo anno è protagonista assoluto negli Allievi Nazionali di mister Corti, basta ricordare la finale contro il Milan. Finisce 4-2 ai rigori per l’Inter, Radu ne para ben tre, s’oppone alle conclusioni dal dischetto di Gamarra, Vassallo e Brambilla, dei rossoneri segna solo Casiraghi. Radu era stato determinante anche in semifinale nella lotteria dei rigori contro il Parma, parando un tiro dal dischetto di Equizi e segnando il rigore decisivo prima della traversa di Ravanelli che mandò l’Inter in finale, riscattando così anche l’errore in uscita che portò al gol del pareggio gialloblù di Zecca, la rete del 4-4 che allungò la partita ai calci di rigore. Le soddisfazioni per Radu non finiscono qui, gli Allievi dell’Inter vincono anche la Supercoppa battendo in finale il Prato che si era aggiudicato il titolo nella categoria Allievi Lega Pro I° e II° Divisione.

Dagli Allievi Nazionali alla Primavera, il passaggio è immediato, l’Inter non ha alcun dubbio ad affidargli il ruolo da titolare pur essendo un ’97 ed affrontando la categoria sotto età contro avversari del ’96 o addirittura del ’95. Radu ha collezionato finora ventisette presenze stagionali tra campionato, Coppa Italia e Viareggio Cup, torneo vinto proprio dall’Inter. Radu ha giocato quasi tutte le gare, ha saltato solo la sfida con gli indonesiani del Pro Duta, solo quattro i gol subiti in sei partite. Il prossimo appuntamento è la final eight dove Radu tenterà d’impressionare nuovamente tutti.

Il portiere rumeno ha il contratto in scadenza nel 2016, varie società di serie B sono pronte a fargli fare esperienza in prestito ma sarà il direttore sportivo Ausilio a decidere in merito. Radu in campo intanto spera di conquistare altri titoli, sogna un altro scudetto, da festeggiare con mister Stefano Vecchi che gli ha dato grande fiducia ed ha scommesso sulle sue qualità. Il preparatore dei portieri della Primavera dell'Inter Paolo Orlandoni ha dichiarato su Radu qualche mese fa ad Inter Channel: "Farà carriera". Ionut lavora tutti i giorni affinchè quelle parole diventino realtà sognando San Siro.

Staff: Ciro Troise

Condividi articolo su

Tag

G Factor

Calciomercato