Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Cagliari, si rivede Melchiorri: prima partita dopo la rottura del legamento crociato

| News calcio | Autore: Francesco Caruso

"Purtroppo stavolta il ginocchio ha ceduto. Ci vorranno cinque mesi, speriamo di recuperare il prima possibile": non si può certo dire che Federico Melchiorri non sia stato di parola. Anzi, se vogliamo "Fede" ha bruciato le tappe, perché da quel 1 aprile 2016 sono passati poco più di quattro mesi e mezzo. La sfortuna ha imparato bene il suo indirizzo e bussa spesso a casa sua, ma l'attaccante marchigiano ha capito come affrontarla. Melchiorri ha vinto battaglie ben più importanti. Lui che a 19 anni già esordiva in serie A, a 24  ha dovuto ricominciare la scalata.

La diagnosi, cavernoma venoso, poteva abbattere chiunque, figuriamoci un ragazzo che vedeva svanire il sogno di sempre, quello di diventare un grande calciatore. Ma "Fede" è uno che nella vita lotta con la stessa determinazione che mette in campo e che gli ha permesso di riprendersi la scena dopo pochi mesi. Cosa poteva essere la rottura del crociato in confronto? L'infortunio è arrivata nel momento più bello della scorsa stagione, alla vigilia della gara contro lo Spezia, a un passo dal ritorno in serie A. Melchiorri per riprendersi la massima serie è ripartito dai campetti polverosi dell'Eccellenza marchigiana, dopo che il tumore aveva seriamente messo a rischio la sua vita. Ci hanno pensato i suoi compagni a rendere il sogno realtà. Capozucca, invece, ha scacciato i cattivi pensieri: "Melchiorri è incedibile".

Rientro graduale nei due ritiri di Pejo e Aritzo: nessuna partita, ma tanti gli applausi di incoraggiamento nelle sue "passerelle" in campo. L'amichevole in famiglia di oggi contro la Primavera, terminata 2 a 1 per i "grandi", rappresenta una delle ultime tappe della riabilitazione. La forma migliore è ancora lontana. Sono bastati l'odore del prato, gli incoraggiamenti dei compagni, le istruzioni di Rastelli e anche, perché no, i contrasti degli avversari a rendere felice l'ex Pescara. Federico è tornato, con gli occhi della tigre, pronto a godersi la serie A. Un mese ancora, poi Melchiorri potrà scrivere il finale più bello della sua favola.

Condividi articolo su

Potrebbe interessarti


Book GDM

Copyright 2014, 2021
Tutti i diritti sono riservati

Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano, Decreto nr.140 del 16/04/2014
Direttore Responsabile Gianluca Di Marzio, Editore G.D.M. Comunication S.r.l. - P.IVA 08591160968