Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

2014, Odissea nel mercato: Diego Milito

| News calcio | Autore: Guglielmo Cannavale

Rinnovi che non arrivano, situazioni intricate, pagine di futuro tutte da scrivere, fili ingarbugliati che devono essere sciolti. Sono i giocatori con il contratto in scadenza nel 2014, il conto alla rovescia è già cominciato. C'è chi sa già di rinnovare, chi vuole andare via e chi spera in una chiamata dalla società. E poi c'è Diego Milito, che ha fatto la storia dell'Inter e che segna ancora adesso. Domenica è tornato dall'infortunio e ha subito segnato: tre punti preziosi per l'Inter contro il Chievo. Diego Milito è tornato protagonista e si torna a parlare del suo futuro. Ha il contratto in scadenza nel 2014, ma soprattutto un ingaggio importante. Con 4,5 milioni all'anno (netti) è il giocatore più pagato dell'Inter, dopo l'addio di Sneijder. La sua situazione è quindi al momento incerta, perché potrebbe rinnovare ma solo a cifre decisamente più basse. Può spalmare l'ingaggio oppure tornare in Argentina già a giugno, l'Inter non porrebbe ostacoli. Diego, dopo la partita, ha iniziato a mandare dei messaggi: "Un ritorno in patria? No, io sono felice qui a Milano, devo tanto a questi tifosi e voglio rispettare il contratto fino al 2014. Poi bisogna vedere cosa vuol fare la società ma io sto benissimo qui". La società intanto rimanda tutti i discorsi a giugno. Ausilio, parlando dei rinnovi di Milito, Cambiasso e Samuel, ha detto: "Valuteremo tutto a fine stagione". Intanto Milito, 33 anni, segna: sono 9 i gol in campionato nel corso della stagione. E anche Massimo Moratti ha commentato: "Il fatto che Milito segni vuole dire che non c'era bisogno di un vice-Milito. E spero che Milito duri ancora per tanto". Nell'Inter sono rimasti pochi i reduci del Triplete, dopo le partenze di Sneijder, Julio Cesar, Lucio e Maicon. Diego Milito però è speciale, quella doppietta contro il Bayern in finale rimarrà nella storia. E la maggior parte dei tifosi interisti lo ama ancora come il 22 maggio 2010. Difficile, quindi, dirsi addio. Anche se l'Inter è alla ricerca di un attaccante di livello per giugno. Sono stati valutati nomi di alto livello, Dzeko e Damiao, in caso di arrivo in Champions League. Ma ora il nome più caldo è quello di Mauro Icardi: accordo da trovare con la Samp, ma intesa di massima col giocatore. Può essere (Napoli permettendo) il sostituto o l'erede di Milito? Per la prossima stagione potrebbero giocare insieme, questo il piano dell'Inter. Milito può quindi restare un'altra stagione all'Inter, fino alla fine del contratto. E se non chiuderà la carriera a Milano, il Racing Club (dove è cresciuto) lo aspetta. A meno che a Preziosi non venga in mente la pazza idea di farlo tornare al Genoa. Milito però ora sta benissimo a Milano e vuole continuare a segnare. Almeno fino a giugno, poi si vedrà. Ma la storia (nerazzurra) non si cancella. Staff - Guglielmo Cannavale
Condividi articolo su

Tag

Inter

Potrebbe interessarti

BOX VIDEO

Calciomercato

Serie A