Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Forest Green Rovers: dopo la dieta vegana e lo stadio ecosostenibile è arrivata una promozione storica

18/05 00:10 | Storie | Autore: Alice Nidasio

Più che Dream, è un Green Team. Vi ricordate dei Forest Green Rovers? Sono quel club che nel Regno Unito ha votato vegan tutto l’anno e seguito una politica aziendale completamente ecosostenibile: dal manto erboso esclusivamente organico allo stadio. Artefice dell’iniziativa era stato il presidente e proprietario della società, Dale Vince, CEO di Ecotricity (gigante mondiale dell'energia pulita) che dal 2011 aveva tolto dal menù dei giocatori (e degli addetti ai lavori), la carne, per poi eliminare gradualmente qualsiasi prodotto di derivazione animale. Anche la maglia da gara, prima bianconera, era stata cambiata a favore di una trama neroverde. Perché green è bello, sano ed ecologico.

Anche il loro stadio, The New Lawn, nella cittadina di Nailsworth, dove la squadra disputa le partite casalinghe, è diventato ecosostenibile, in quanto alimentato con pannelli solari e irrigato per mezzo di un avanzatissimo sistema che raccoglie l’acqua piovana. Il progetto aveva suscitato sin da subito ammirazione e consensi, tra i quali spiccava il nome dell’ex difensore dello United Gary Neville.

La notizia di questi giorni è che, a dimostrazione della tesi che si può essere vegani e allo stesso tempo sportivi (con ottimi risultati) c'è stata la prima, storica, promozione. Il team, dopo aver tenuto il passo delle prime della classe per tutta la stagione, Domenica, a Wembley, ha raggiunto la League Two, dopo aver giocato il primo turno di Playoff contro il Dagenham & Redbridge e dopo aver battuto 3-1 i Tranmere Rovers nella finale di pochi giorni fa. I tifosi al seguito dei "Forest" erano circa 3000, muniti di bandierine con la scritta "Facciamo la storia". E storia è stata, non soltanto perchè è la prima squadra completamente cruelty free ad aver raggiunto la League Two, ma perchè la cittadina di Nailsworth, nel Glouchestershire, con i suoi 5 mila abitanti, ad oggi rappresenta il paese più piccolo che abbia mai preso parte a un campionato della Football League.

Vegani (dunque) si vince e chissà che ora il sogno del presidente di diffondere questo modello in tutta la Gran Bretagna sia più vicino.


Condividi articolo su

Serie A

Copyright 2014, 2016
Tutti i diritti sono riservati

Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano, Decreto nr.140 del 16/04/2014
Direttore Responsabile Gianluca Di Marzio, Editore G.D.M. Comunication S.r.l. - P.IVA 08591160968