Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Taarabt si presenta: "Genoa grande occasione, qui per tornare a giocare a pallone"

12/01 11:45 | Ultime dai campi | Autore: Marco Bovicelli

Venerdì l'arrivo a Genova e le visite mediche di rito all'Istituto il Baluardo, domenica la firma sul contratto e la prima al Ferraris (da spettatore in tribuna) in occasione della sfida con la Roma. Martedì il primo allenamento maglia del Genoa sulle spalle, oggi per Adel Taarabt è stato tempo invece di presentazioni, direttamente alla stampa del Signorini di Pegli.

"Sono contento di essere al qui, questa per me è una grande opportunità. La prima impressione? Buonissima, anche se il primo allenamento è stato durissimo, non mi sono mai allenato così - sorride - ma va bene, ne ho bisogno. Mi sono trovato bene da subito con i ragazzi, c'è un bel gruppo e ora voglio mettermi a disposizione e fare bene. Perché il Genoa? Mi piace l'Italia, Preziosi mi ha convinto a venire qui e i miei obiettivi sono quelli di tornare a giocare a pallone e soprattutto fare bene. Juric? Sapeva di me, ha visto tante mie partite, mi piace perché è una persona vera, mi ha detto che se farò quello che mi dice ritroverò la forma e adesso voglio solo allenarmi e giocare". Sulla fama di grande talento dalla testa un po' calda . "Tutti dicono che ho talento, alcuni dicono che non ho la testa ma io non la penso così: ho iniziato a giocare presto, non giocando per tanto tempo uno può pensare che io abbia dato problemi. Quella al Benfica è stata un'esperienza difficile, ma ora voglio solo pensare al Genoa e a fare bene qui". Dal futuro al passato, sui sei mesi al Milan.

"Esperienza bellissima, ho giocato la Champions, con un allenatore che mi ha parlato tutti i giorni aiutandomi molto. Ora voglio fare uguale qui al Genoa. La posizione in campo? Penso che l'allenatore sappia dove mi piace giocare, ma sono a sua disposizione, dietro una punta o laterale. Quanto ci vorrà prima di tornare ai miei livelli? Mi sono sempre allenato, ma giocare è un'altra cosa: io penso tra una settimana o dieci giorni di essere pronto, poi dipenderà dall'allenatore. Il peso? Quando sono arrivato al Benfica ero qualche chilo sovrappeso, ma ne arrivavo dalle vacanze e mamma cucina bene - scherza Taarabt - però adesso mi mancano uno o due chili per essere nel peso giusto. Come detto tra una settimana conto di essere pronto". Sul compagno di reparto Ocampos. "Lo conoscevo avendolo visto nella Liga francese, è un buon giocatore, speriamo di giocare bene assieme". L'ultima battuta, sulle sue caratteristiche. "Non tirò mai di potenza? Non mi piace calciare di forza, mi piace anticipare con la testa il portiere e piazzare il pallone, già da giovane era così e continuo a farlo anche ora".

Condividi articolo su

Tag

Genoa

Serie A

Copyright 2014, 2016
Tutti i diritti sono riservati

Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano, Decreto nr.140 del 16/04/2014
Direttore Responsabile Gianluca Di Marzio, Editore G.D.M. Comunication S.r.l. - P.IVA 08591160968