Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

L'Atalanta torna in Europa: domani ecco Rooney, 15mila tifosi a Reggio Emilia

| | Storie | Autore: Carlo Canavesi

Il giorno che i tifosi dell'Atalanta aspettavano da ventisei anni è finalmente arrivato: domani alle 19 i nerazzurri giocheranno contro l'Everton la prima partita dei gironi di Europa League, l'urna di Montecarlo non è stata particolarmente benevola con la squadra di Gian Piero Gasperini: a completare il girone ci sono infatti Olympique Lione e Apollon Limassol.

"Siamo pronti, ce la giochiamo", ha detto l'allenatore ex Genoa nella conferenza della vigilia. E così sarà, una squadra che dall'anno scorso ha sempre lottato fino allo sfinimento per raggiungere un traguardo storico, il quarto posto, miglior piazzamento in Serie A nella storia del club. Frutto di un calcio tutto all'attacco e una rosa composta da giovani talentuosi abbinati a giocatori d'esperienza. Con una stella: Papu Gomez, fresco di rinnovo e sempre più capitano dei bergamaschi.

E pensare che tanti dei giocatori in campo domani non erano neanche nati quando, nella stagione 1990/1991, l'Atalanta veniva eliminata dall'Inter ai quarti di finale di Coppa Uefa. A Bergamo un pareggio 0-0, poi sconfitta 2-0 a San Siro. Ma sono parecchi quelli che ancora non c'erano, come Petagna, Caldara o il neo acquisto Castagne: tre giocatori che domani, invece, saranno in campo per regalare un sogno ai tifosi che per un giorno si trasferiranno a Reggio Emilia.

Sì, perché l'Atalanta non giocherà i match europei a Bergamo: lo stadio non rispetta le norme Uefa e, in attesa della ristrutturazione, i nerazzurri si trasferiranno a Reggio Emilia, nella casa del Sassuolo. E' pronto quindi un vero e proprio esodo, con 15mila bergamaschi che in auto, pullman e treno raggiungeranno il Mapei Stadium fin dalle prime ore del pomeriggio. Non si può certo mancare ad avvenimenti come questi, tanto che negli scorsi giorni è scattata la caccia al biglietto per le trasferte a Lione e Liverpool: già diversi voli charter esauriti, e settore ospiti vicino al sold out.

Sarà anche l'occasione per molti di veder giocare leggende del calcio come Wayne Rooney, che domani sarà regolarmente in campo. Ma l'attenzione del pubblico sarà tutta dalla parte dei nerazzurri, una vera e propria bolgia pronta a trascinare l'Atalanta verso un passaggio del turno che ad oggi sembra un miraggio. "Ma a parlare è sempre il campo", sottolinea Gasperini. E ha ragione: chi avrebbe detto, un anno fa, che l'Atalanta sarebbe poi arrivata quarta in campionato?

Foto: Instagram @atalantabc

Condividi articolo su

Serie A

L'editoriale
Edoardo Marcarini