Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Giocatori in scadenza a giugno 2018: sei possibili "affari" under 23

| Calciomercato | Autore: Francesco Caruso

Calciomercato concluso da appena due settimane, ma le squadre italiane ed estere iniziano già a programmare quello estivo. I veri "affari" potrebbero riguardare una speciale lista, quella dei giocatori in scadenza di contratto a giugno 2018. Restringendo l'analisi ai calciatori under 23, in scadenza troviamo nomi appetibili per un po' tutti i top club europei, italiane comprese. Alcuni, come Meyer e Lopez, sono già stati cercati dalle nostre società, altri, come Kempf o Hakimi potrebbero presto ricevere una chiamata. Ecco sei possibili affari:

Al prmo posto Max Meyer (22), trequartista o regista dello Schalke 04 e della Nazionale tedesca. Mezza Europa segue le vicende contrattuali del ventiduenne nativo di Oberhausen, in scadenza di contratto con il club di Gelsenkirchen: 147 presenze, 17 gol e 17 assist in Bundesliga. Il Bayern pare aver già un accordo di massima, ma il Milan continua a seguirlo attentamente, come Arsenal e Barcellona. Definito in patria l'erede di Andreas Moller, Meyer è stato protagonista di tutte le selezioni giovanili (argento olimpico e campione Under 21 in carica) della Germania e vanta già 4 presenze con un gol nella Nazionale maggiore tedesca.


Al secondo posto Pau Lopez (23). Il portierino dell'Espanyol sta attraversando la stagione della definitiva consacrazione. Lanciato in Liga nel febbraio del 2015, nel torneo 2015-2016 è diventato titolare della squadra povera di Barcellona, disputando 36 partite su 38. Non fortunatissima l'esperienza in prestito al Tottenham, conclusa con appena sette comparizioni nella squadra riserve. Quest'anno 19 presenze in campionato, sei volte la porta inviolata, 22 i gol subiti. Mezza Europa lo cerca, ma negli ultimi giorni il Betis Siviglia pare in pole.


Al terzo posto Achraf Hakimi (19). Primo marocchino nella storia del Real Madrid, Hakimi ha in realtà doppia nazionalità, essendo nato a Madrid. Debutto in Liga lo scorso 1° ottobre, in occasione della vittoria per 2 a 0 sull'Espanyol, Hakimi è sceso in campo altre 12 volte tra campionato e coppe, compreso il Mondiale per club, trovando anche il gol nella gara del Bernabeu contro il Siviglia dello scorso dicembre . Ad appena diciannove anni il ragazzo della cantera è già un pilastro della Nazionale marocchina con la quale vanta sei comparizioni con una rete. Esterno di destra, Hakimi può essere utilizzato anche come centrale all'occorrenza. A giugno potrebbe essere uno degli affari più interessanti da concludere senza alcun costo di cartellino.

Al quarto posto Jonathan Bamba (21), stella del Saint'Etienne, seguito con interesse da diverse italiane. Il mancato rinnovo del contratto in scadenza a giugno 2018 è stato la causa dei litigi tra Bamba e il club francese, che a ottobre ha deciso di metterlo fuori rosa. La punizione è durata appena due partite, troppo importanti i gol del ventunenne francese di origini ivoriane, 4 in 7 gare, fino alla decisione che poi non si è rivelata felice. Appena 2 le reti nelle successive 13 comparizioni, condite però da 4 assist: in totale 45 gettoni, 10 gol e 8 assist in Ligue 1. Per Bamba anche 2 reti in 8 presenze con la Nazionale francese Under 21.


Al quarto posto Luke Shaw (22), terzino sinistro del Manchester United e della Nazionale inglese. Nel 2014, ancora diciottenne, venne convocato al Mondiale brasiliano e i Red Devils pagarono per lui circa 40 milioni di euro per strapparlo al Southampton. Non fortunatissima l'esperienza all'Old Trafford: il 15 settembre del 2015, durante la sfida di Champions con il Psv Eindhoven, l'ex Roma Hector Moreno ruppe tibia e perone al talento inglese, che rimase fuori per il resto della stagione. Tra l'anno scorso e quest'anno sono state appena 13 le presenze, ma cinque delle ultime otto gare del Manchester Shaw le ha giocate da titolare, tanto da spingere Mourinho a dichiarare pochi giorni fa di essere pronto a proporgli il rinnovo. Chi ha bisogno di un terzino mancino deve agire in fretta...


Al sesto posto Marc-Oliver Kempf (23), centrale tedesco del Friburgo. Nel 2013 Kempf, appena diciottenne, incantò la Juventus, che provò a più riprese a prenderlo dall'Eintracht Fracoforte. Poi il passaggio al Friburgo, con 68 presenze totali, 7 gol e 2 assist. Ultima stagione e mezzo non felicissima per il centrale tedesco, tra l'infortunio al menisco dello scorso campionato e i problemi muscolari di quest'anno. A 23 anni Kempf ha tutto il tempo per rifarsi e nelle ultime 4 partite di Bundesliga ha ripreso il suo posto tra i titolari, pronto a ritagliarsi un ruolo importante anche nella Nazionale maggiore tedesca, dopo essere stato protagonista di tutte le selezioni giovanili (due volte campione Under 21). Su di lui diverse società italiane.

Condividi articolo su

Serie A