Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

​​​Fiorentina, Tello: "Futuro? Le voci sono tante, ma sarei felice di restare: fossi un dirigente mi riscatterei"

21/04 11:30 | Press | Autore: Redazione

Talento indiscusso, ma ancora non totalmente espresso quello di Cristian Tello, che vuole legarsi a Firenze. La società non ha ancora deciso se riscattare l'esterno spagnolo, che lancia messaggi d'amore: "fossi in loro mi riscatterei". Tello si è raccontato nel corso di un'intervista concessa a Tuttosport. Si parte dalla gara tra deluse, Inter-Fiorentina:

"In effetti, stando ai propositi iniziali, loro avrebbero dovuto lottare per lo scudetto e noi per un piazzamento sicuro nelle coppe. La classifica parla chiaro. E' stato un campionato finora complicato per entrambe. Europa? Da qui alla fine ci sono ancora 18 punti, vogliamo fare un grande finale di stagione. Peccato che sabato il mio gol, il primo per me al Franchi, non sia servito a vincere. Vedremo di rifarci domani. L'Inter è una squadra completa, ma dico Perisic, Candreva, Banega, Joao Mario e ovviamente Icardi".

Sulla classifica dei marcatori e la serie A: "Belotti sta facendo una grandissima stagione e per me lo merita lui. Ma alla fine, visti i loro club, sarà un duello tra Dzeko e Higuain. Nel mio ruolo apprezzo Cuadrado, Callejon e Insigne. Italia? Trovo sia un campionato molto competitivo, c'è molta più attenzione alla tattica rispetto alla Liga. E questo sta aiutando molto noi spagnoli a crescere e viceversa".

Sulla mancata remuntada del Barca: "La Juve ha qualità completamente diverse dal Psg, si difende 'todos' e sotto questo aspetto è la più forte. E' impossibile farle gol, figuriamoci tre. Noi siamo riusciti a battere i bianconeri, gran bella soddisfazione per noi e per i nostri tifosi. Dybala è l'erede di Messi? Dybala sta facendo benissimo e ha tutto per diventare un vero campione ma Leo è un monumento e per arrivare ai suoi livelli Paulo deve lavorare tanto. Non credo che il Barcellona sia alla fine di un ciclo, considerandola rosa che ha. E se a Torino Buffon non avesse fatto quella parata incredibile su Iniesta...".

Possibilità della Juventus in Champions: "Il Real Madrid resta favorito ma (ride) io tifo per una finale Atletico-Juventus". Presente e futuro: "Barcellona? Avevo bisogno di nuove esperienze, prima col Porto poi con la Fiorentina, non avevo più spazio e fiducia. Peraltro dopo aver vinto l'Europeo Under 21 nel 2013 la Nazionale è rimasta un obiettivo, ma per centrarlo devi giocare con continuità oltre che farlo bene. Le voci sono tante. Ma io sarei felice di restare, solo che non dipende da me, spetta alla società decidere se riscattarmi. Qualunque cosa accadrà, sarò sempre grato alla Fiorentina, mi ha fatto sentire come a casa. Fossi un dirigente viola investirei 5,5 milioni per Tello".

Tello rimarrebbe anche senza Sousa: "Pronto, al di là di chi arriverà. Conta sentire la fiducia ed è sempre stato così. La Fiorentina ha tutto per crescere. Può starci un anno un po’ così dopo tanti buoni: il prossimo, sono certo, ci batteremo per un posto in Champions".

Condividi articolo su

Serie A

Copyright 2014, 2016
Tutti i diritti sono riservati

Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano, Decreto nr.140 del 16/04/2014
Direttore Responsabile Gianluca Di Marzio, Editore G.D.M. Comunication S.r.l. - P.IVA 08591160968