Questo sito contribuisce all'audience di
Menu

Seleziona una squadra

  • Serie A
  • Coppe
  • Altri

Fantacalcio, la top 11 di metà stagione: tra rivelazioni e certezze

| | Fantamania | Autore: Alice Nidasio

L’anno solare è finito; quello (fanta)calcistico no. La notte di San Silvestro è solo lo spartiacque tra l’asta di settembre e quella di riparazione di gennaio. Nel bilancio dei fantallenatori dunque, quali sono gli undici giocatori top che hanno fatto il bene (o meglio i bonus) delle diverse squadre?

Partiamo dai portieri. Nelle classifiche di rendimento le prime posizioni sono occupate dai “big” Donnarumma e Szczesny, ma il posto da titolare in questa nostra “fantatop” va sicuramente a Berisha. Vera e propria sorpresa di questo inizio stagione, il portiere albanese a suon di prestazioni si è preso la porta dell’Atalanta. 10 partite giocate con soli 7 gol subiti e una media voto di 6,4. Il premio di miglior portiere stagionale va sicuramente a lui.

Caldara, vera e propria sorpresa di questa prima parte di stagione: 11 presenze, condite da 3 gol e una sorprendente fantamedia di 7,17. Accanto a lui, immancabile, la presenza di Acerbi. Colonna portante del Sassuolo, il centrale lombardo non ha accusato le difficoltà di squadra, accumulando in 18 presenze, 3 gol e una mediavoto di 6,25. A sinistra ci sono pochi dubbi. Alex Sandro è il padrone incontrastato. A destra invece abbiamo voluto premiare il rosanero Rispoli. Nonostante i risultati del Palermo, il 6,53 di fantavoto, insieme ai due gol realizzati, lo innalzano in questa prima parte di stagione a miglior interprete del ruolo.

A centrocampo, tra registi ed esterni offensivi, i fantallenatori più intuitivi hanno puntato su Verdi del Bologna, in stato di grazia tra gol e assist, Kessie dell’Atalanta, vero crack di questa stagione fantacalcistica e il ‘95 Fofana dell’Udinese, autore di quattro gol in 17 partite. Come manifesto di tutti i centrocampisti “scontati”, al pari di Hamsik, Gomez, Pjanic, Perotti o Suso, vogliamo premiare Bernardeschi. Finalmente liberato da compiti difensivi, il gioiello viola è esploso in tutta la sua luminescenza, firmando già 9 gol stagionali e regalando agli allenatori una fantamedia di 7,97.

In attacco non ci sono dubbi, l’asse del potere viaggia tra Icardi (18 partite giocate, 14 gol, 1 rigore su 2 segnato e 8,42 di media fantavoto) e Dzeko (anche per lui 18 gare, 13 gol, 3 ammonizioni, 2 assist, 1 rigore su 1 e un 8,78 in pagella). Impossibile scegliere solo due giocatori quando le alternative si chiamano Belotti, Higuain, Immobile, Iago Falque o Mertens. Chiunque abbiate scelto, ha ripagato la vostra fiducia. Ma è indubbio che il premio di miglior attaccante vada equamente diviso tra il capocannoniere della Serie A e il Most Improved Player di questa prima parte di stagione.

Tra investimenti a basso rischio e azzardi ripagati, chissà che il colpo di genio l’abbiano avuto i fantallenatori che a settembre hanno messo da parte un tesoretto, col quale puntare giocatori che a inizio stagione erano quotati la metà di quello che valgono oggi. Per saperlo manca poco, l’asta di riparazione è dietro l’angolo.

Condividi articolo su

Tag

Serie A


Copyright 2014, 2016
Tutti i diritti sono riservati

Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Milano, Decreto nr.140 del 16/04/2014
Direttore Responsabile Gianluca Di Marzio, Editore G.D.M. Comunication S.r.l. - P.IVA 08591160968