Advertisement

Scrivici la tua opinione sul nuovo sito!

Juve, Barzagli: “Galatasaray, c’è grande amarezza. L’Europa League un obiettivo.

13/12/2013 - 18:45
andrea barzagli

Andrea Barzagli, difensore della Juventus, ai microfoni di Sky Sport 24ha parlato dell’eliminazione contro il Galatasaray guardando avanti al campionato e all’Europa League: “Il campo era sicuramente impraticabile dove normalmente non si dovrebbe giocare e penso che siano stati avvantaggiati loro anche se non ci sono stati grandi occasioni. All’85′ prendere gol su un lancio lungo è un duro colpo. Purtroppo c’è grande amarezza e dispiacere per come è arrivata questa eliminazione. È normale che il calcio ti dà altre opportunità e la possibilità di imparare da certe cadute fin da subito: ora abbiamo davanti questa partita importante contro il Sassuolo e siamo concentrati su quella. Il Sassuolo è una squadra con giovani interessanti, che ha fermato Roma e Napoli e fatto vedere cose interessanti. Contro la Roma sarà una gara importante per capire il valore delle due squadre, ma non è nulla di decisivo. Anche se si stanno delineando le squadre che lotteranno fino alla fine per il titolo”. L’eliminazione in Champions relega i bianconeri all’Europa League: “La finale è a Torino e questo ha acceso diverse fantasie. La coppa è comunque un obiettivo indipendentemente da dove si giochi la finale. Noi cercheremo di arrivare in fondo a ogni competizione”.

Accedi

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

  • Cari amici, la delusione è tanta, provo ad esprimere il mio pensiero.

    A prescindere dal fatto che ancora non riesco a credere che la Juve più forte di Conte non abbia ancora giocato una partita da Juve per novanta minuti (a memoria ricordo venti minuti con il Napoli, 45 con il Real, 20 con la Lazio e poco altro…) e che non sia riuscita a centrare gli ottavi di coppa, urgono dei cambiamenti per il futuro.

    Posto che ormai le notizie di calciomercato le danno gli allenatori (Montella ha detto che la Juve vuole Cuadrado e Di Francesco che la Fiorentina vuole Berardi, guarda caso alla Fiorentina interessa Berardi per sostituire Cuadrado che andrà alla Juve….), in Italia è meglio non comprare più nessuno, visto che la stragrande maggioranza sono tutti contropiedisti. Io a Berardi per Cuadrado non rinuncio assolutamente. Di Francesco oggi è impazzito, ha detto che assomiglia a Robben, lasciamo perdere, ogni paragone con la migliore ala destra moderna è una follia, ma comunque Domenico ha qualcosa di innato. Di sicuro non è il dribbling, ma ha un sinistro assolutamente particolare.

    A livello di bilancio non c’è stato nessun danno. La Juve aveva come condizione di sostenibilità nel piano industriale la qualificazione alla champions per cinque anni di fila, mi sembra che sino ad ora si sia rispettato il programma. I turni di coppa servono semplicemente per accelerare il progetto di crescita. L’anno scorso Tevez, con il suo stipendio d’oro, è potuto arrivare proprio perchè la Juve ha disputato, aldilà della figura con il Bayern, una signora champions, riducendo le perdite rispetto a quanto previsto, altrimenti sarebbe arrivato solo Llorente senza cessioni.

    Credo che lo scenario più plausibile sia quello di un grande colpo a Giugno e di due giovani riportati alla base. Ho la netta sensazione che, nonostante le qualità dimostrate, Gabbiadini,Immobile,Boakye e Zaza vengano utilizzati per far cassa, mentre invece Berardi e Marrone torneranno a Torino.

    Ricordo ancora le critiche pervenutemi per il mio antico amore verso Marrone. Se il Napoli avesse a centrocampo uno capace di far girare in maniera ordinata la squadra come Marrone sarebbe una squadra straordinaria.

    Guai pescare in Italia. Sono contento che Pippany e Naingolaan non vengano alla Juve, non è con loro che miglioriamo.

    Aldilà di quello che dice Ac91, credo che assolutamente Pogba e Vidal rimangano alla Juve, proprio perchè non abbiamo problemi di bilancio. Gli unici che possono partire sono Marchisio,Vucinic,Lichsteiner (nonostante il rinnovo), Quagliarella, Caceres,Ogbonna (Conte non li fa giocare), per poi reinvestirli…

    Un saluto

  • Fede ma te la ricordi la partita contro la lazio in casa? 20 minuti? Hanno giocato benissimo per 70-80 minuiti, solo gli ultimi 10-15 del primo tempo si erano un po’ addormentati…quella e’ stata una delle partite coni conte che mi e’ piaciuta di piu’