Advertisement

Scrivici la tua opinione sul nuovo sito!

Inter, offerta del Sunderland per il capo osservatori Angeloni

28/05/2013 - 22:31
angeloi

Il Sunderland parla sempre più italiano. Oltre all’arrivo imminente di De Fanti come direttore generale, il club inglese vuole anche Valentino Angeloni, arrivato dall’Udinese nella scorsa estate in nerazzurro. Un talent scout di grande affidabilità ed esperienza, che al Sunderland avrebbe il ruolo di direttore tecnico: una carica importante per Angeloni, attualmente capo osservatori all’Inter, probabile quindi che possa accettare visto il passo avanti che deriverebbe dal nuovo ruolo. L’Inter poi eventualmente deciderà con calma con chi sostituirlo, il lavoro di scouting per questo mercato è già stato completato. E Angeloni valuta l’occasione inglese…

 

Accedi

Lascia un Commento

Occorre aver fatto il login per inviare un commento

      • E’ un peccato perchè Angeloni è un ottimo elemento, uno dei migliori. Però il nostro scouting e settore giovanile è funzionato benissimo anche senza di lui, e abbiamo numerosi gioielli e altri sono vicini all’acquisto, quindi non mi metto a piangere. Anche se, senza fare nomi, quelli che dovrebbero andarsene sono altri.
        Thohir è molto vicino ad acquisire le quoto dell’Inter (Moratti sta mollando la presa), sarà un’estate di rivoluzione.

          • Non so se ieri gli emissari di Thohir hanno incontrato Moratti, però so che in queste due settimane i contatti sia con l’indonesiano che con altri guooi sono stati quasi quotidiani, la società è attivissima su questo fronte. Penso che se si siano incontrati ieri o l’altro ieri cambi poco, la sostanza è che la cessione delle quote è vicina…

        • @Dwammy
          Siccome Moratti non fa niente per caso, secondo me anche aver preso Mazzarri, era un segnale ai potenziali soci che l’Inter vuole fare un campionato competitivo con un allenatore che e vice campione d’Italia., e non puntando su un giovane come Strama.

          • Sapete ragazzi, una volta si diceva che Berlusconi,Agnelli e Moratti fossero tra le 70 famiglie più ricche del mondo e la cosa era sinonimo di potenza economica; il problema è che oggi le, almeno, 60 famiglie che precedono le tre di cui sopra hanno tutte una squadra di calcio. I nostri presidenti spendono già tanto e non ce ne accorgiamo, il problema è che club che lottano per mantenere la categoria in altri campionati hanno tutti fondi illimitati per la campagna acquisti ed è normale che ci vengano a rubare anche le menti non solo i giocatori. Uno come Marotta con il suo fido Paratici non verrà mai una squadra di una certa importanza, con tanti soldi, a prenderlo, vanno tutti da questi talent scout ex Udinese o ancora all’Udinese e vanno a fare razzia ogni anno dei tecnici olandesi, maestri nel settore giovanile. Una cosa è scovare talenti e quello lo fa bene anche Paratici, una cosa è scovarli al momento giusto e quella è materia per pochissimi.

        • Capito dwammy..cmq credo che inizialmente cederà un 30-40% e poi dal 2018 il restante per arrivare al 51,ma moratti manterrà delle quote anche se in minoranza..lo vedo troppo tifoso per liberarsene completamente..

          • Io invece penso che se ne libererà, non subito, ma presto saluterà l’Inter.

        • Anch’io ho letto su Thohir.Speriamo si faccia qualcosa.Ma non credo che Moratti vendera il 51%.Lui vuole costruire prima lo stadio, per poi vendere il 51 % a un prezzo superiore(perche la societa’ avra uno stadio di proprieta).Comunque speriamo in bene per la nostra Inter !

          • Io lo so che Moratti ama l’Inter.Per questo io mai lo insultero, qualche critica ci sta, ma ci ha sempre messo i soldi e la faccia.
            Concordo su tutto quello che hai detto, non e questione di soldi ora, ma quella era l’idea iniziale, cioe di vendere dopo aver costruito lo stadio quindi con una immagine e con un appeal diverso, .
            Io so che questo Thohir ha molti soldi, e sarebbe disposto anche a prendere l’80% del club, e vuole spendere per fare una grande squadra.
            Se son rose fioriranno …

          • Il motivo principale per cui vuole l’impianto è quello di potersi congedare nella maniera più dolce e elegante possibile, cioè regalandoci uno stadio.
            Thohir, da quello che ho letto, sarebbe disposto anche a rilevare l’intera società a cifre astronomiche, quindi il problema non è economico.
            Moratti vuole essere sicuro di vendere la società a una persona legata veramente all’Inter col cuore, e che la Beneamata non venga acquista da una persona che la vede solo come scopo di lucro.
            Thohir comunque non sembra interessato a una costruzione dello stadio nell’immediato, a lui piace S.Siro. Thohir preferirebbe rinforzare le squadra e farla tornare ai vertici migliorandone il merchandising e ingrandendone il brand, e solo infine costruire un impianto.
            Vedremo cosa succederà…

          • Ho dei remoti contatti con l’Inter, perchè un mio cugino di secondo grado (naturalmente interista) è amico di Moratti per motivi che preferisco non spiegare. Questo mio cugino mi ha detto che “ci sono concrete possibilità che la trattativa vada in porto: per ora Thohir è in pole, ma ci sono anche altre cordate interessate all’Inter. In un modo o nell’altro la questione delle quote societarie dovrebbe chiudersi entro quest’anno”.
            Non so le cifre, la quantità di quote, o se realmente sarà Thohir che entrarà in società, ho solo la testimonianza di mio cugino che dice che Moratti gli ha fatto capire che è intenzionato a vendere.

            Penso che entro il 2018 (ipotetica data di costruzione dello stadio), l’Internazionale F.C. Milano passerà di mano, e cambieremo presidenza: i tempi sono maturi.

  • @fedejuve88
    Beh sono d’accordo, infatti bisogna costruire un modello come quello tedesco, con scouting di grande livello(tutti i giovani bravi di Borussia, Schalke, e Bayern), con stadi moderni(molti introiti), lavorare su sponsor e immagine, cosi da avere un autofinanziamento che ci consenta di concorrere alla pari con loro.

    • Sono d’accordo, c’è anche da dire però che Lahm, Sweinsteiger,Muller e Kroos nello stesso vivaio non nascono tutti i giorni, così come Gotze e Reus.
      Cioè in Italia l’ultimo giovane che è un campione puro, dal talento cristallino in tutti i sensi lo ha prodotto il vivaio del Pescara, ma è un episodio sporadico e si deve ringraziare Zeman che lo ha spostato davanti alla difesa perchè altrimenti da mezzala sarebbe stato un giocatore normale.

      Saluti

      • D’accordo, il calcio e fatto di cicli.Come nascono i vari Messi, Xavi, Iniesta ogni 30 anni, e cosi anche con quelli del Bayern.Poi bisogna riconoscere il talento e valorizzarlo al massimo.Anche Pirlo sarebbe stato un giocatore normale come trequartista, infatti va dato merito ad Ancelotti per averlo trasformato in regista.
        Un saluto anche a te !

  • stavo pensando qualche giorno fa a questa formazione…(3-5-2) BARDI JUAN JESUS-CALDIROLA-PASA FARAONI-BENASSI-KOVACIC-DUNCAN-ALBORNO ICARDI-LONGO..ci pensavo non nell’ottica della formazione del prossimo anno all’urlo fuori i vecchi..ma solo per sottolineare che potenziali giovani abbiamo in rosa..mi sembra che, forse escludendo il solo ALBORNO che non lo vedo pronto, siano tutti giocatori che tra serie A e B farebbero bella figura..ai quali kmq uniamo altri prospetti come SPENDHOFER,OLSEN,ROMANO’,CRISETIG,BESSA,TASSI,GARRITANO,LIVAJA..il tutto per sottilineare i commenti di molti di noi che chiedono innesti giovani..li abbiamo a secchiate di giovani e tra cui potenziali top player KOVACIC (sempre se non lo è gia un top), JUAN, ICARDI,LONGO..manca palesemente il zoccolo duro dei 25-30enni…tre/quattro acquisti mirati..l’allontanamento di vari eroi del triplete (terrei cambiasso e samuel aspettando poi zanetti e il principe) e il gioco sembrerebbe fatto…ah si c e anche OBI tra gli under 90 (NON LO CONTO PERCHE’ A LIVELLO DI CARTA D’IDENTITA’ NON CI SONO DUBBI A LIVELLO FISICO FORSE QUALCHE ANNO IN PIU C E L HA..:-) )

    • Sono d’accordo con te.Obi comunque e un ’91.Proprio su Obi, io lo manderei in prestito o in comproprieta da qualche parte, per vedere il suo vero valore(piu che altro la sua tenuta fisica).Sugli altri sono tutti prospetti interesanti gli ex-primavera, ma sicuramente ci vuole un a base di giocatori tra 25-28 anni.Poi non tutti quei giovani saranno da Inter in futuro.Secondo me da Inter sono gia’ Duncan e Longo.Faraoni mi sa che lo vendono, quest’anno ha giocato poco e male.I vari Caldirola, Benassi, Pasa e Crisetig hanno bisogno di giocare in serie A o B perche non sono prontissimi.Tassi puo essere un grande giocatore se manterra le premesse.Lo stesso vale per Bessa che ha talento pero ha avuto un infortunio molto serio.